Palermo, Rossi: “Dovrebbe essere il campo a decidere, non un tribunale"

Delio Rossi, allenatore del Palermo, ha criticato il fatto che in Serie B sia stato un tribunale a determinare promozioni e retrocessioni.
31.05.2019 16:13 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Palermo, Rossi: “Dovrebbe essere il campo a decidere, non un tribunale"

Il Palermo è salvo, ma non basta. Il tecnico dei rosanero, l'ex Lazio Delio Rossi, era stato chiamato dalla società per chiudere al meglio la stagione e puntare alla promozione tramite i play-off. La penalizzazione di 20 punti ha evitato la retrocessione in Serie C, ma al mister della prima Coppa Italia dell'era Lotito rimane il rammarico. Rossi avrebbe voluto chiudere la propria esperienza in Sicilia giocandosi un posto in Serie A e, in quello che dovrebbe essere un ufficioso messaggio d'addio, ha criticato il caos che si è generato attorno alla Serie B. Queste le sue parole al sito ufficiale del Palermo: “C'è una sentenza e ha deciso un tribunale. Per me, che sono un uomo di campo, è faticoso dare un giudizio su quello che stabilisce un magistrato. Dico solo che i campionati si dovrebbero sul campo. A me dispiace che non ci sia stata data la possibilità di giocare i playoff. Ho firmato per un mese con l'eventualita' di fare gli spareggi e provare a centrare la Serie A attraverso di essi. Purtroppo c'erano delle situazioni pregresse, da quello che presumo, e quindi un tribunale ha scelto così”.

SERIE B, VENEZIA E SALERNITANA NON VOGLIONO GIOCARE

MIHAJLOVIC, COMPARSE SCRITTE RAZZISTE A ROMA

TORNA ALLA HOMEPAGE