PRIMAVERA - Lazio, Calori: "Vittoria pesante". Pollini: "Radu mi ha aiutato". Ferrante: "Luis Alberto il mio modello"

27.03.2022 22:27 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Lavinia Saccardo - Lalaziosiamonoi.it
PRIMAVERA - Lazio, Calori: "Vittoria pesante". Pollini: "Radu mi ha aiutato". Ferrante: "Luis Alberto il mio modello"

Al termine della sfida odierna contro il Frosinone, vinta 2-1 dai ragazzi di Alessandro Calori, l'allenatore biancoceleste è intervenuto ai microfoni ufficiali del club visibilmente soddisfatto: È stata una vittoria pesante e importante. Arriva in un periodo difficile in cui avevamo perso le nostre certezze, abbiamo anche qualche defezione in più del solito. Però oggi in campo i ragazzi sono stati fantastici, si sono aiutati, hanno giocato uno per l’altro, hanno fatto una gara attenta contro una buona squadra come il Frosinone. Non avevamo più difensori, e abbiamo dovuto attingere dall’Under 18 di mister Rocchi. Quaresima è entrato ed ha fatto bene seppur si sia allenato tre volte con noi. Mi è piaciuto l’atteggiamento di tutti, serviva carattere e oggi c’è stato. Volevo una risposta di carattere e c’è stata. Adesso continuiamo da qui alla fine del campionato. Jorge Silva è stata una decisione presa in extremis, perché ci è venuto a mancare anche Floriani Mussolini e prima ancora Migliorati. Non avevo più difensori, ed ho chiesto a lui, che mi ha dato subito la sua disponibilità e devo dire che ci ha dato una grossa mano. Lui è stato la guida di questa squadra, ha avuto l’atteggiamento giusto per portarci alla vittoria.  Abbiamo ancora diverse partite da giocare e dobbiamo fare tanti punti, per fortuna gli scontri diretti con il Frosinone giocano a nostro favore. Il gruppo c’è, ha voglia di dare il massimo e di cercare la continuità che ci serve adesso. Vorrei recuperare qualche ragazzo per i prossimi impegni, perché ci servirà l’apporto di tutti e in questo momento siamo un po’ corti. Nell’ultimo periodo abbiamo cambiato anche strategia tattica, spesso abbiamo cambiato modulo a gara in corso, questo perché bisogna anche adattarsi alle caratteristiche dei giocatori che si hanno a disposizione. Non eravamo abituati a perdere e infatti siamo andati in difficoltà, poi a maggior ragione abbiamo perso tanti giocatori nel reparto difensivo e questo ci ha penalizzato un po’. A livello difensivo stavamo facendo benissimo, poi le assenze hanno cambiato la rotta insieme alle sconfitte. Contento del gol di Ferrante, è un ragazzo che aveva bisogno di ritrovarsi e ha fatto un’ottima partita. Crespi e Tare hanno giocato molto bene oggi, hanno aiutato, dando profondità e mettendoci il fisico. Abbiamo una buona diversità in squadra, con giocatori che segnano tanto e giochiamo tutti insieme. Oggi abbiamo rivolto un pensiero anche a Daniel Guerini, qualche giorno fa eravamo alla messa in suo ricordo assieme alla famiglia e tutta la squadra. L’essere stato li mi ha fatto capire che rapporto lui avesse con i compagni, mi sono commosso e oggi dedichiamo a lui la vittoria, l’avremmo voluto qui con noi a festeggiare”. 

Anche Nicolò Pollini, reduce da una buonissima prestazione, ha voluto commentare la vittoria di squadra: “Abbiamo ottenuto una vittoria molto pesante che dovevamo andarci a prendere, soprattutto dopo l’ultimo periodo non positivo. La squadra merita questo risultato, da inizio anno abbiamo intrapreso un percorso che va portato a termine. Abbiamo lavorato duramente come voleva il mister ed abbiamo raggiunto la vittoria. Non abbiamo fatto nulla però, dobbiamo proseguire su questa strada per riportare questa maglia dove merita. È importante essere avanti al Frosinone negli scontri diretti. È complicato, ma proveremo ad arrivare primi o comunque a posizionarci nel miglior modo possibile per i play-off. Sono contentissimo sia per la mia prestazione che per quella della squadra. Jorge Silva sta bene, è un ragazzo molto bravo. Da quando si sta allenando con noi ci sta offrendo un grande aiuto. Gli faccio i complimenti. Noi guardiamo all’obiettivo promozione, al di là della posizione finale in campionato. Sono felice per tutti, per la squadra e per i ragazzi che sono andati in rete. Quando ho avuto l’occasione di salire in prima squadra, il calciatore che mi ha aiutato maggiormente è stato Stefan Radu. Sono laziale fin da bambino; lo ammiro per quel che ha fatto con questa maglia, per quello che fa e per l’uomo che è. Avversari dei play-off? Non guardo a nessun avversario, penso solamente a noi”.

Infine a parlare è stato Mirco Ferrante, autore del vantaggio biancoceleste: "Vincere oggi è stato un qualcosa di molto bello. Dovevamo per forza ottenere il successo anche considerando che il Frosinone deve recuperare una partita. Abbiamo disputato un’ottima gara sia sotto il profilo offensivo che difensivo.Ripartiamo dal risultato di oggi come squadra. Una vittoria dedicata a Guerini? Sì, assolutamente. Il primo posto non è perso, dobbiamo vedere come va lottando fino alla fine. Oggi ho siglato il mio primo gol, è stato un qualcosa di emozionante anche perché venivo da un periodo non semplice in cui non giocavo titolare. Il mio obiettivo principale è quello di arrivare un giorno in prima squadra. Prendo come modello Luis Alberto. Per quanto riguarda i play-off dobbiamo pensare solo a noi stesi senza avere paura di nessuno”.