Gloriosa Lazio, ora il sogno scudetto: Inter battuta 2-1

17.02.2020 06:30 di Francesco Bizzarri Twitter:    Vedi letture
Fonte: Francesco Bizzarri - Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Gloriosa Lazio, ora il sogno scudetto: Inter battuta 2-1

Come spesso si dice: non succede, ma se succede. E da oggi c’è un motivo in più per crederci. La Lazio vince contro l’Inter in una partita dominata. Va sotto con un gol di Young, poi pareggia Immobile su rigore. Milinkovic firma il vantaggio finale. In rimonta, ancora una volta. Una partita super per i ragazzi di Inzaghi per qualità, intensità, corsa. La parola scudetto, da secondi in classifica, ora diventa obbligo: la Juventus è distante un solo punto.

CONSISTENZA NULLA - Un rumore sordo si sente nella bolgia dell’Olimpico: è l’8’, Milinkovic con una bordata da fuori colpisce la traversa. Il primo squillo della Lazio accade subito, l’Inter invece si mette ad aspettare, quasi a far sfogare i biancocelesti. Un paio di ripartenza, un paio di discese di Candreva sull’out di destra. Poi un tiro di Lukaku con Strakosha bravo a mettere in angolo. La Lazio è più aggressiva, consistente, pericolosa. Insomma, fa la partita. Ma il calcio come sempre insegna. Palla di Candreva respinta male dal portiere, sulla respinta Young calcia da posizione favorevole e fa gol. 43esimo minuti di gioco, i biancocelesti vanno sotto immeritatamente.

APOTEOSI - La Lazio riparte forte e affamata: al 50’ De Vrij stende Immobile, è calcio di rigore. Ciro non sbaglia, palla in rete con Padelli che può solo guardare dal lato opposto. Pareggio, boato dell’Olimpico. Inzaghi esulta poi dice: “Calma”. Una partita da giocare con la testa. Leiva finisce tra i cattivi, l’arbitro i cartellino glielo aveva già promesso qualche attimo prima. Stesso discorso per Luiz Felipe. Inzaghi prende coraggio: fuori Caicedo e Correa, dentro Correa e Lazzari. Marusic si sposta a sinistra. Meno di mezz’ora alla fine, i biancocelesti ci provano. L’intensità è sempre alta. Al 70’ Marusic ci prova, Brozovic respinge, sulla respinta Milinkovic non sbaglia. Vantaggio Lazio, l’Olimpico è esploso. Il brivido finale è con Lukaku, che calcia a botta sicura, ma Acerbi si immola e respinge. Inzaghi agitato, ammonito. Sono i minuti di recupero, non succede più nulla. Lazio seconda, obiettivo scudetto.

Pubblicato ieri alle 22:41