Diaz (Marca) su Gila: "Il Castilla gli va stretto. Raùl? Ha sempre avuto la sua fiducia"

02.07.2022 06:50 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Elena Bravetti - Lalaziosiamonoi.it
Diaz (Marca) su Gila: "Il Castilla gli va stretto. Raùl? Ha sempre avuto la sua fiducia"

La Lazio lavora sul calciomercato affinché Sarri abbia tutte le pedine necessarie a disposizione. Ma, in particolare, l'impegno della dirigenza è indirizzato alla difesa, un reparto destinato a essere rivoluzionato dopo la partenza di Luiz Felipe e la situazione, tutt'altro che chiara, di Francesco Acerbi. Tra gli ultimi profili accostati ai biancocelesti c'è quello di Mario Gila, centrale classe 2000, cresciuto nell'Espanyol e poi nel Real Madrid Castilla. Lo spagnolo sarebbe promesso sposo della Lazio anche se le due società, anche in virtù dell'inserimento del Getafe, non avrebbero raggiunto ancora un accordo. A disegnare un quadro più chiaro di Gila, del ruolo e del cammino avuto con i "Blancos", è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni José Felix Diaz, giornalista di Marca, tra i più famosi quotidiani spagnoli. 

Ecco le parole utilizzate dal cronista: "Mario Gila è un giocatore formato nella cantera del Real Madrid. Ha collezionato alcune apparizioni con la prima squadra, ma il suo contesto è stato sempre il Castilla. È stato uno dei calciatori di fiducia di Raùl. Negli ultimi anni è cresciuto molto, è migliorato, la sua esperienza è stata comunque positiva. Il Real Madrid Castilla gli stava 'stretto' ormai, ma il salto in prima squadra sarebbe stato troppo grande. Su di lui c'è molta fiducia, il Real crede possa fare un buon lavoro ovunque". Tifosi e addetti ai lavori parlano di lui come di un giocatore di personalità, dentro e fuori dal campo, un leader nonostante la giovane età. La conferma è arrivata da Diaz nel corso dell'intervista: "Personalità ce l'ha, un professionista tanto in campo che fuori. Il trasferimento alla Lazio sarebbe un cambiamento molto grande, ma credo sia perfettamente pronto". 

Infine, sul ruolo e sulle sue caratteristiche tecniche"Si tratta di un giocatore rapido. Il suo ruolo naturale è quello del centrale, ma la sua rapidità gli consente di giocare anche vicino alla fascia, magari come laterale di una difesa a tre. Non è una sorpresa che possa andare fuori dalla Spagna, ultimamente i giocatori della cantera del Real Madrid stanno entrando nelle mire di club stranieri. Anche Rafa Marin, ad esempio, è stato vicino al passaggio al Sassuolo, e anche lui era un difensore del Castilla. Ha qualità e credo possa far bene, il salto è molto grande. Passa a giocare dalla Serie C alla Serie A, vedremo come si adatterà". Poi, sull'esordio con Ancelotti, avvenuto nella stessa giornata in cui gli spagnoli si sono laureati campioni di Liga: "Lo ha fatto debuttare, ci sono stati vari forfait per quanto riguarda la difesa e comunque meritava una chance. Ha esordito in maniera molto naturale, al Bernabeu, con assoluta tranquillità".

Pubblicato il 2/07

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

TORNA ALLA HOMEPAGE