Lazio - Celtic, Parolo: "Solo colpa nostra, grave uscire in un girone così" - VD

Il centrocampista biancoceleste, al termine della sconfitta contro il Celtic, ha espresso tutto il suo rammarico ai microfoni dei giornalisti.
08.11.2019 07:20 di Leonardo Giovannetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio - Celtic, Parolo: "Solo colpa nostra, grave uscire in un girone così" - VD

La Lazio viene beffata all’ultimo, il Celtic passa all’Olimpico per 2 a 1. Ai microfoni di Sky, nel post partita, ha commentato la gara Marco Parolo: “Ricorda la partita dell'andata, siamo partiti bene per poi calare. Ci siamo rilassati e loro hanno iniziato a pressare. Sono stati bravi a pareggiare alla prima occasione. Abbiamo avuto più occasioni noi, meritavamo la vittoria. In Europa purtroppo devi rimaner vivo fino all’ultimo minuto, questa sconfitta ci condanna a sperare negli altri risultati. Penso che non siamo inferiori a queste squadre. Concedere qualche contropiede al Celtic ci stava, alla fine eravamo tutti in avanti. Noi come al solito riusciamo a creare molto, non siamo bravi a sfruttare le occasione che capitano. In Europa concedi un’occasione e ti puniscono, in Italia non sempre è così. Il loro portiere è stato ancora una volta decisivo. Basta poco e sei fuori, ci è mancata cattiveria e voglia di vincerla”.

Subito dopo, il centrocampista biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, dove ha continuato ad analizzare la sconfitta: "Abbiamo sbagliato a non concretizzare le occasioni che abbiamo creato, non sul gol subito nel finale. Tra andata e ritorno abbiamo svolto due ottime prestazioni, ma questa è l’Europa League: serve più cattiveria senza concedere nulla perché altrimenti si paga. Ci dispiace perché teniamo molto all’Europa League e lo abbiamo dimostrato. Spesso si analizzano e si criticano solo i risultati, ma bisogna analizzare anche le prove offerte. Domenica affronteremo il Lecce e servirà più cinismo, ci servono i tre punti per restare al quarto posto. Ci dispiace aver compromesso il nostro cammino, è un’impresa quasi impossibile. Abbiamo creato tante occasioni da gol, Forster è stato bravo in diverse occasioni. Il Celtic ha costruito qualche occasione in contropiede, ma noi abbiamo delle opportunità chiare. Nei primi 25 minuti di gioco abbiamo giocato bene, poi ci siamo rilassati e forse in quel momento abbiamo gettato la qualificazione”. 

Parolo ha risposto infine alle domande dei giornalisti presenti in zona mista: “Creiamo occasioni, non segniamo e gli altri alla prima opportunità ci puniscono. In campionato non succede, questa è l’Europa e la colpa è la nostra di non aver fatto un gol in più degli avversari. Con due prestazioni così col Celtic meritavamo la vittoria, invece sono arrivate due sconfitte e c’è grosso rammarico. Nei primi venti minuti siamo partiti benissimo con tre occasioni per segnare, in campionato magari troviamo subito il gol. Le occasioni sono quelle, forse cambia solo la fisicità. Io guardo le prestazioni e, Cluj a parte, meritavamo sempre la vittoria. Ora se vinciamo col Cluj abbiamo l’1% di possibilità, ma con un pareggio poi passerebbero entrambe. Il Celtic è una squadra tosta, ma ti concede e non siamo stati bravi a capitalizzare le occasioni. L’errore finale poi è la cosa minore. È grave essere usciti in un girone alla nostra portata, ce la siamo giocata e abbiamo messo in campo prestazioni dove avremmo meritato di più. Non abbiamo snobbato la competizione: abbiamo dato tutto e lottato su ogni pallone. A Celtic Park abbiamo preso legnate da tutti, l’unico problema è non aver segnato. L’Europa è questa: bisogna essere più cinici perché gli avversari hanno qualità e alla prima occasione ti puniscono. L’Europa League era un obiettivo e non averlo centrato è un rammarico. Ora andiamo avanti in campionato come lo scorso anno quando eravamo usciti un turno dopo ai sedicesimi. Più giochi più cresce la tua mentalità, quest’anno in Europa ci è mancata soprattutto nei piccoli dettagli che fanno la differenza”. (CLICCA QUI PER IL VIDEO COMPLETO)

Pubblicato ieri alle 21:35