Belleri: "Il blocco Lazio può essere fondamentale per la Nazionale"

24.11.2022 11:45 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Antonio Pilato - Lalaziosiamonoi.it
Belleri: "Il blocco Lazio può essere fondamentale per la Nazionale"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Ha parlato a Lazio Style Radio l'ex terzino della Lazio Manuel Belleri. Attualmente vive in Giappone dove ricopre il ruolo di direttore tecnico della Milan Academy Scuola Calcio. Vista l'assenza del campionato di Serie A, ha parlato delle principali tematiche riguardanti il mondiale, su tutte l'inaspettata vittoria del Giappone contro la Germania e il futuro della nazionale italiana. 

VITTORIA GIAPPONE - "I festeggiamenti del Giappone sono già finiti, stanno già pensando alle prossime partire. Alle volte possono risultare un po' pesanti, ma anche questi piccoli accorgimenti come sistemare lo spogliatoio fanno parte della loro cultura. La Germania forse ha sottovalutato l'avversario e alla fine il Giappone anche grazie ad un gol con un controllo stupendo di Asano è riuscita a ribaltarla". 

PRONOSTICO MONDIALE - "All'inizio avrei pensato che potesse vincere l'Argentina. Certo può ancora farcela, ma mi ha sorpreso in negativo perché ha dimostrato di avere delle difficoltà nel gestire il risultato. Probabilmente molte nazionali stanno pagando i tanti impegni dei loro giocatori, in particolare quelli che giocano in Europa. D'altronde non era mai stato disputato un Mondiale in questa fase, probabilmente per questo ci sono state tante sorprese in queste prime partite".

BLOCCO LAZIO - "Credo sia fondamentale avere il blocco di una squadra, così da avere calciatori che si conoscono e che hanno già un'intesa. Spero che Mancini possa attingere dalla rosa biancoceleste perché credo che molti elementi possano essere utili alla causa visto che sono ben allenati da un tecnico come Sarri. Questa tipologia di approccio può aiutare a costruire delle certezze già nel breve periodo. Credo che il blocco Lazio possa essere fondamentale per la Nazionale".