Lazio, Inzaghi: "Probabilmente non siamo ancora una grande squadra"

Le dichiarazioni di mister Inzaghi nel post partita di Spal - Lazio.
16.09.2019 07:00 di Annalisa Cesaretti Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Inzaghi: "Probabilmente non siamo ancora una grande squadra"

Al termine di Spal - Lazio Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: "E' stata una brutta sconfitta, perché avevamo fatto un ottimo primo tempo, eravamo riusciti ad andare in vantaggio, abbiamo preso un palo e abbiamo avuto diverse occasioni. Non abbiamo chiuso la partita e nel secondo tempo non siamo stati la solita Lazio e quando non siamo la solita Lazio la paghiamo. Ci abbiamo messo del nostro, abbiamo tenuto in vita la Spal e avremmo dovuto concretizzare di più. Queste partite ti rimangono lì e ci saranno di lezione. Può capitare di perderle e a noi è successo. Penso che la colpa principale sia nostra perché una squadra che ambisce a determinate posizioni di classifica non può prendere un gol marcando a 5 metri un uomo. Sappiamo che la Serie A è un campionato difficile e se prendi un gol su calcio d'angolo e poi non recuperi, al 92esimo la puoi perdere. I passi falsi li commettiamo, ma non dovrà più succedere. Probabilmente non siamo ancora una grande squadra, perché una partita del genere non la si può perdere. Non si possono prendere pali e non si possono sbagliare occasioni nitide e si devono marcare gli uomini da più vicino. In queste prime partite abbiamo raccolto troppi elogi e l'abbiamo pagata oggi. Io sono il principale responsabile perché sono a capo del gruppo. Sono deluso perché abbiamo fatto ottime prestazioni e 4 punti non le rispecchiano. Abbiamo fatto 5 gol, ma sarrebero dovuti essere molti di più. Dobbiamo analizzare il tutto con lucidità, perché siamo agli inizi. Sappiamo che questi blackout non ce li possiamo più concedere".

Il tecnico biancoceleste è poi intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel: "Una brutta sconfitta che rallenta il nostro percorso e che ci servirà da lezione. Dopo un primo tempo fatto in quel modo l’1-0 era un po’ striminzito e poi queste partite le paghiamo. Al di là dell’aspetto tecnico, dovevamo fare di più e dimostrarci una squadra matura. L’anno scorso ad esempio non avevamo fatto il primo tempo di oggi. Dovevamo concretizzare meglio. Siamo all’inizio, abbiamo fatto tre partite per le quali i 4 punti ottenuti sono troppo pochi. Questo è il calcio, ci siamo già passati. Oggi abbiamo pagato una delle nostre classiche partite e questo non doveva succedere”. Poi sull’aspetto tattico:Dobbiamo essere bravi a coinvolgere entrambi i nostri quinti. Oggi abbiamo giocato più a sinistra come nel derby, ma dobbiamo essere bravi ad andare anche a destra e coinvolgere di più Lazzari o Marusic. Il secondo tempo è stato al di sotto delle nostre possibilità. Puntualmente paghiamo quei momenti che non sappiamo gestire. Ora ci dobbiamo leccare le ferite e preparare al meglio le prossime partite, analizzando bene ciò che oggi non abbiamo fatto bene”.

Pubblicato il 15/09 alle ore 17:24