Lazio, Lotito si gode Felipe Anderson: "Per l'ex mister non poteva giocare"

Il presidente biancoceleste applaude il brasiliano dopo la prestazione maiuscola di sabato e la vittoria ai danni dell'Inter...
19.10.2021 07:00 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Lotito si gode Felipe Anderson: "Per l'ex mister non poteva giocare"

RASSEGNA STAMPA «E pensare che per l'ex allenatore non poteva più giocare nella Lazio». Claudio Lotito si gode Felipe Anderson. Il brasiliano, dopo la prestazione maiuscola al derby, si è letteralmente superato sabato contro l'Inter. Il presidente biancoceleste gongola e sulle pagine de Il Messaggero ne approfitta per applaudirlo e per lanciare una frecciata a Simone Inzaghi, ancora una volta non nominato come nelle precedenti dichiarazioni. La vittoria contro l'Inter del piacentino ha regalato una soddisfazione doppia al patron. Il numero sette è sempre stato un suo pallino. Il rapporto tra i due è molto forte e il brasiliano aveva promesso a Lotito il gol sia sabato che nel derby contro la Roma. Il ritorno in biancoceleste in estate si è concretizzato in pochi giorni come spiega il presidente: «Quando Tare me lo ha detto, non ci ho pensato un attimo perché io non avrei nemmeno mai voluto cederlo». Anche Felipe non ci ha pensato su due volte ed è tornato in una piazza che lo ama e in una squadra dove riesce a esprimersi al meglio. L'ex Santos ha rispolverato il numero 7 sulle spalle e si è abbassato lo stipendio pur di tornare a indossare la maglia con l'aquila sul petto. Tre gol e due assist finora solo in campionato e ancora non si è visto niente. Il meglio deve ancora venire assicurano da Formello. Pipe sugli scudi, ma il gruppo ha fatto la differenza. Il successo, ovviamente, è merito di tutti. Lotito è soddisfatto della reazione mostrata dalla squadra dopo Bologna e dalle scelte di Sarri, bravo a toccare le corde giuste del gruppo. Fondamentale, poi, il recupero di Immobile rimesso in piedi in meno di due settimane dallo staff sanitario dopo il problema accusato con la Lokomotiv Mosca. Il presidente applaude tutti e ora è il momento di trovare la continuità per sognare in grandissimo. 

Pubblicato il 18/10