Marchetti: “Alla Lazio periodo magico. Ho ancora i brividi per il 26 maggio"

Federico Marchetti è tornato a parlare di Lazio. Ecco gli spunti più interessanti della sua intervista a europacalcio.it.
28.06.2019 07:00 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Marchetti: “Alla Lazio periodo magico. Ho ancora i brividi per il 26 maggio"

“I primi tre anni alla Lazio sono stati qualcosa di magico. Tanto che, ancora oggi, essere considerato uno degli eroi del 26 maggio mi fa venire la pelle d’oca”. È tornato a parlare di Lazio, Federico Marchetti. L'ha fatto ai microfoni di europacalcio.it, ai quali si è confessato in una lunga intervista. Tanti spunti sul proprio futuro, ma anche su quel passato in biancoceleste che - nonostante un finale turbolento - resterà per sempre uno dei periodi più floridi della sua vita da calciatore: “Gli anni al Cagliari sono stati una vetrina importante per la mia carriera, perché mi hanno permesso di andare in nazionale ed essere acquistato dalla Lazio. Ai biancocelesti sono rimasto legato per ben sette anni, tra “altissimi” e “bassissimi” ormai assai noti. Poi il club ha deciso di puntare su un portiere più giovane (Strakosha n.d.r.). Questo mi ha fatto chiaramente vedere come stanno le cose: nel calcio si può passare in un attimo dall'essere fondamentali al diventare esuberi”.

RICORDI BIANCOCELESTI: “Quel 26 maggio 2013 è entrato nella storia della Lazio. Un giorno, quando avrò un figlio, avrò sicuramente gli occhi lucidi nel raccontarglielo. Perché potrò dire “io c’ero”. La settimana di ritiro a Norcia che ha preceduto la gara, è stata da una parte un peso enorme perché ci ha allontanato dalle famiglie, dall’altra ha cementificato il gruppo rendendolo più unito che mai” - poi Marchetti parla dei giocatori che l'hanno impressionato maggiormente - “L’attaccante più forte che ho visto, e che fortunatamente per me non mi ha mai impensierito essendo stato mio compagno alla Lazio, è senza dubbio Miroslav Klose. Tra i top della difesa devo necessariamente menzionare Stefan de Vrij”.

FUTURO: “Con il Genoa ho un contratto per tutta la prossima stagione e l’opzione per quella successiva, però ho bisogno di giocare. Ho ricevuto proposte interessanti dall'estero e sono tentato, ma dall'altro lato ho anche voglia di rilanciarmi in Serie A”.

GENOA, ANDREAZZOLI SUL 26 MAGGIO

LAZIO, NESSUNO COME IMMOBILE

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 27/06/2019 alle ore​​​​​​​ 16.04