Udinese - Lazio, l'eurogol di Fuser e le proteste: "Così ci ammazzate"

L'11 febbraio 1996 il pareggio all'ultimo secondo di Fuser scatena la reazione dei bianconeri, che si scagliano contro l'arbitro.
21.03.2021 11:30 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Menghi-Lalaziosiamonoi.it
Udinese - Lazio, l'eurogol di Fuser e le proteste: "Così ci ammazzate"

Per carità, facciamo ogni scongiuro e speriamo che Udinese-Lazio non finisca come l'11 febbraio 1996, quando soltanto uno strepitoso gol di Fuser salvò la Lazio dalla sconfitta (sarebbe stata la sesta consecutiva), innescando polemiche e proteste furiose dei bianconeri. Oggi a Inzaghi servono i tre punti senza troppi patemi, quelli lasciamoli al passato.

IL PRECEDENTE - La gara lascia il veleno nella coda, in avvio invece sono intuizioni, giocate e gol a prendersi la scena. Come al 10', quando uno sfortunato intervento disperato in scivolata di Paolo Negro devia nella propria porta il cross di Ametrano e costa l'autorete. La squadra di Zeman accusa il colpo, la reazione non è credibile, ci prova solo Bokisc, ma il suo tiro viene allontanato sulla linea da un difensore. L'Udinese non trova il raddoppio e così, nella ripresa, si vede la vera Lazio capace di bersagliare la porta di Gregori. Casiraghi, Boksic e Signori lanciano l'assedio e al 96', ultimo minuto di recupero, serve l'invenzione di Fuser da lontanissimo: sassata di destro imprendibile che finisce sotto all'incrocio e che dà alla Lazio il pareggio. Si scatenano le proteste dell'Udinese: "Se ci fate queste cose a noi, ci ammazzate", il commento di Desideri. Il presidente Pozzo sbotta nel post partita contro l'arbitro Treossi, reo di aver concesso un recupero troppo lungo e di aver propiziato il gol biancoceleste invertendo una rimessa laterale che non era - a detta dei friulani - della Lazio.

Udinese - Lazio, le statistiche: dai numeri di Immobile alle prime volte di Acerbi e Correa

Udinese - Lazio, Inzaghi: "Gara delicata, ma abbiamo bisogno di vincere. E sugli indisponibili..."

Torna alla home page