PAGELLE Roma - Lazio: che dormita Strakosha! Hysaj e Felipe un disastro

21.03.2022 07:00 di Carlo Roscito Twitter:    vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
PAGELLE Roma - Lazio: che dormita Strakosha! Hysaj e Felipe un disastro
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

STRAKOSHA 4: Così non si può, dopo nemmeno un minuto. Imbambolato a partita iniziata, non legge il corner di Pellegrini e viene fregato dalla traversa, prima ancora che da Abraham. Il numero 7 della Roma, dopo il raddoppio dell’inglese, lo sorprende su punizione facendo passare il pallone alla destra della barriera, forse non sistemata in modo perfetto.     

MARUSIC 5: Un paio di chiusure di fisico, il resto del match è in ritardo. Annega sulla fascia insieme al resto del reparto, è dietro a Abraham sul corner in apertura, non riesce a chiudere sul raddoppio anche se l’ingelse (libero) non era suo.

LUIZ FELIPE 5: Fatica da morire su Abraham, sul gol del raddoppio se lo dimentica proprio e gli permette di deviare a porta spalancata sul cross di Karsdorp. Fa sentire i tacchetti e i muscoli, ma nel modo peggiore possibile.

ACERBI 4,5: Non che la colpa sia principalmente sua, ci mancherebbe visto quello che combina Strakosha, ma il calcio d’angolo dell’1-0 è un mezzo regalo per un pallone gestito male in area sul pressing della Roma. Nella ripresa Abraham lo grazia su un buco successivo a un lancio lungo di Cristante. 

HYSAJ 4,5: Non ne combina una giusta. Fa rimpiangere la scelta di Sarri: Lazzari in primis, in secundis pure Patric nella versione terzino. Inchiodato sulle gambe, si fa anticipare e commette fallo, poi al fallo costringe i compagni per un appoggio totalmente sballato in uscita: da quella punizione arriva il terzo della Roma.

Dal 52’ LAZZARI 6: Nulla di eccezionale, però arriva sul fondo con frequenza e dà la sensazione di poter essere un fattore di pericolosità in più. Non c’era motivo di tenerlo fuori.

MILINKOVIC 5,5: Il migliore a centrocampo, anche se non ci vuole molto per fare meglio degli odierni Leiva e Luis Alberto. Non può bastare da solo per spostare gli equilibri di una gara in cui va tutto storto.

LEIVA 5: Era in un periodo strapositivo, nel derby arranca nella doppia fase, sia nel palleggio, sia nell’arginare le ripartenze giallorosse o chiudere le traiettorie dei passaggi avversari.

Dal 65’ CATALDI 6: Sarri gli chiede pulizia e di velocizzare la manovra, purtroppo i giochi sono già compromessi quando entra.

LUIS ALBERTO 5: Poco ispirato, poco coinvolto, poco preciso sui calci piazzati e sui cross spediti in area. Poco di tutto, purtroppo.

FELIPE ANDERSON 4,5: Una delle più brutte prestazioni stagionali, e non è che non ne avesse fatte di partite pessime. Parte a destra, si sposta a sinistra, ritorna a destra: il risultato è sempre lo stesso, nullo. Zalewski lo ferma 3-4 volte di fila. Sì, Zalewski.

Dal 65’ ROMERO 6: Trova la soddisfazione dell’impiego in corsa. Solo quella.

IMMOBILE 5: Ingabbiato più dalla squadra che non lo serve a dovere, più che dai centrali giallorossi. Aveva agganciato magicamente un lancio dalla difesa, è l’unico pallone giocabile che gli arriva insieme a un servizio nella ripresa di Luis Alberto murato da Ibanez.

PEDRO 5,5: Uno dei pochi a provarci, o almeno a mostrare la verve necessaria in una sfida del genere. Al contrario di quasi tutti i compagni non è molle, anzi, per frenarlo i giocatori della Roma devono spesso ricorrere alle dure.

ALL. SARRI 4,5: La squadra entra in campo fisicamente, ma mentalmente rimane nello spogliatoio. Subisce il gol subito, il derby può essere condizionato dall’episodio, la squadra comunque non fa nulla per rimetterla in piedi. Sconfitta meritata. E certe scelte - vedi Hysaj nell’unico ballottaggio della vigilia - non sono più comprensibili.

Pubblicato ieri alle 19:57