Briga: "La mia lazialità trasmessa di Padre in Figlio. Derby? Dico che..."

15.01.2021 06:30 di Jessica Reatini Twitter:    Vedi letture
Briga: "La mia lazialità trasmessa di Padre in Figlio. Derby? Dico che..."

Ad un passo da Piazza della Libertà, il luogo in cui tutto è iniziato in quel famose 09 gennaio 1900. Mattia Briga è cresciuto nel quartiere Prati a Roma e la sua lazialità gliel'ha trasmessa il papà. Il cantante e tifoso biancoceleste ne ha parlato ai microfoni dell'Agenzia Ufficiale: "La passione per la Lazio è legata alla tradizione e al tramandarsi di questo amore. La Lazio è stata tramandata da mio nonno, così a mio padre e poi a me. Sono nato a Prati, a pochi passi da Piazza della Libertà. Il primo derby che ho visto allo stadio è stato quello del 1998 e la Lazio vinse per 2-0 con le reti di Boksic e Nedved. Il primo derby che ricordo invece è quello del '96 vinto per 1-0 grazie ad un rigore trasformato da Signori".

LAZIO - "Credo che a volte manchi un po' di fame, di quella cattiveria necessaria per ottenere risultati positivi. La Lazio deve essere più consapevole per poter ambire a traguardi ambiziosi. La Roma è in un momento positivo ma anche la Lazio ha un ottimo reparto a centrocampo e calciatori che vantano tanta fantasia e fisicità come Milinkovic e Luis Alberto. Ci sono Immobile, Caicedo, Lazzari uno dei calciatori più veloci del campionato. Mi aspetto una gara intelligente da parte dei biancocelesti, non di attesa". 

Scritto il 14/1/2021 alle 20:00

Fiorentina, Biraghi spegne le voci di mercato: "Disposto a restare a lungo"

Lazio, il piano di Luis Alberto per il derby: "Io la passo a Immobile, e lui fa gol" - FOTO

TORNA ALLA HOMEPAGE