Moggi, rivelazioni choc: "Dopo Calciopoli ho pensato al suicidio"

13.10.2021 15:30 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Simone Calabrese
Moggi, rivelazioni choc: "Dopo Calciopoli ho pensato al suicidio"

"Avevo vergogna pure a passeggiare per le strade e in quel momento ho pensato a tante cose, anche al suicidio". Si è espresso in questo modo Luciano Moggi che ha ripercorso i suoi giorni più bui nella docuserie di Netflix "Il lato oscuro dello sport". L'ex dirigente della Juventus ha proseguito: "Se abbiamo vinto sette campionati, che credo sia una cosa importante, evidentemente i giocatori che abbiamo comprato erano quelli giusti. Noi non abbiamo mai chiesto a nessuno di vincere la partita, la vincevamo con le nostre forze". 

POST-CALCIOPOLI - "È come se fossi stato in cima a un albero e tutti fossero pronti da sotto a sparare. I primi dieci giorni sono stati tremendi. Essere tacciato da ladro mi ha fatto male. Devo dire che mi sentivo abbastanza abbattuto. Avevo vergogna pure a passeggiare per le strade, era come se mi fosse caduta addosso non una tegola ma un'intera casa, Quella squadra era il mio capolavoro e in quel momento lì ho pensato a tante cose, è importante che lo dica, anche al suicidio. Ma la religione mi ha insegnato che la vita è fatta di tanti momenti, belli e brutti, e bisogna andare avanti. Nel momento più brutto ho sentito una forza interiore dentro di me che mi diceva 'Devi combattere, devi dimostrare al mondo che ciò che è stato detto e fatto sono finzioni". 

Italia U21, commenti razzisti nei confronti di Elanga della Svezia

Italia - Svizzera, Tami: "Olimpico? A Bergamo non saremmo stati favoriti"

TORNA ALLA HOMEPAGE