AIA, Nicchi: "Arbitri carichi per la ripartenza vogliono essere protagonsiti"

Le parole del numero uno dell'AIA Marcello Nicchi sulla ripartenza della Serie A
20.06.2020 09:45 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
AIA, Nicchi: "Arbitri carichi per la ripartenza vogliono essere protagonsiti"

La Serie A è pronta a tornare in campo e con lei anche gli arbitri: “I direttori di gara hanno già dimostrato di essere pronti. In questi mesi sono stati irreprensibili: si sono preparati, hanno lavorato secondo i piani personalizzati di allenamento, con i metodi consentiti. Quando dall’ipotesi si è arrivati alla certezza di riprendere si sono fatti trovare pronti, sani. Hanno accettato i controlli sanitari, il raduno, la preparazione e le tempistiche. E ora sono carichi, vogliosi di essere i protagonisti in senso positivo di una ripartenza che dopo tante vicissitudini porti tutti ad amare sempre più il calcio, che come si è visto è mancato a tutti". Queste le parole del numero uno dell’AIA Marcello Nicchi in merito alla ripartenza come riportato dalla consueta rassegna stampa di Radiosei.

Nicchi ha poi proseguito parlando anche del suo futuro: “Vedo un movimento arbitrale forte e cresciuto al quale ho l’obbligo di dare nuovi dirigenti. Ci siamo vicini, quando sarà il momento lascerò ad altri. Prima gli arbitri passavano ad altri mondi, per diventare opinionisti o altro, adesso sempre di più restano in questo ambiente. Abbiamo lavorato duro anche dopo momenti difficili come calciopoli per crescere e ora dobbiamo mantenere l’Aia al sicuro. Perché una cosa bella fa gola a tutti, a maggior ragione adesso. Nelle disgrazie, si sa, c’è sempre chi si frega le mani, chi gode degli insuccessi…”.