Calciomercato Lazio, Bourigeaud in pole per il centrocampo: ma solo se…

19.06.2022 08:15 di Martina Barnabei Twitter:    vedi letture
Calciomercato Lazio, Bourigeaud in pole per il centrocampo: ma solo se…

CALCIOMERCATO RASSEGNA STAMPA – La possibile partenza di Sergej Milinkovic Savic e quella di Luis Alberto tengono sospeso il mercato per il centrocampo. Sarà difficile rimpiazzarli entrambi, per questo la società è già al lavoro da tempo per cercare di farsi trovare pronta nell’eventualità della cosa. Tanti sono i nomi che orbitano attorno alla Lazio in questo reparto, si era parlato anche di Benjamin Bourigeaud. Così come riporta la consueta rassegna stampa di Radiosei, il francese non è stato messo da parte, anzi. Il suo possibile arrivo dipende dal futuro del Mago, che ha già chiarito partirebbe solo se alla porta bussasse il Siviglia. Il centrocampista del Rennes ha disputato la sua migliore stagione quest’anno, consapevole dei margini di miglioramento tempo fa aveva anche parlato delle sue ambizioni e della voglia di mettersi in gioco in altri club. Il suo contratto con il club transalpino è in scadenza a giugno 2023, finora ha sempre rifiutato proposte di rinnovo prendendo tempo. Situazione delicata, se dovesse mantenere il punto l’unica possibilità per i francesi di guadagnarci qualcosa è cederlo in questa finestra di mercato.

MILINKOVIC – Altro argomento caldissimo in casa Lazio e che terrà tutti col fiato sospeso, è l’eventuale partenza del serbo finito anche nel radar del Chelsea. Ilic e Loftus Cheek sono i candidati principali, entrambi godono dell’approvazione di Sarri che li reputa rinforzi adeguati per il centrocampo. Per quanto riguarda il primo, l’unico problema che si riscontra è il prezzo del suo cartellino: 18 milioni lo valuta il Verona, cifra troppo alta per Lotito. Nel caso del secondo, potrebbero esserci contatti con i Blues già prossima settimana quando il mercato del club entrerà nel vivo.

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOME PAGE

Calciomercato Lazio, casting per la porta nonostante Carnesecchi: la situazione