Lazio, squadra diversa dopo il lockdown: i motivi del calo

Una Lazio trasformata dopo il lockdown, ma nulla è ancora perduto. Serve un cambio di rotta per le ultime 7 giornate di campionato.
09.07.2020 08:25 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio, squadra diversa dopo il lockdown: i motivi del calo

È un’altra Lazio quella riapparsa dopo la sosta forzata. Lo stop causato dal Coronavirus ha creato non pochi problemi alla banda di Inzaghi. I biancocelesti sono stati fermati in un periodo florido sia dal punto di vista fisico che mentale, quando lo Scudetto sembrava davvero alla portata. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, alla ripresa del campionato, tutto pare essere cambiato. Squadra scarica dal punto di vista atletico, che lascia pensare ad una preparazione non perfetta durante il lockdown. Non aiutano gli infortuni, i calciatori non hanno risposto positivamente ai diversi carichi di lavoro dovuti agli impegni ravvicinati. Ecco allora che Inzaghi deve ogni volta fare la conta dei disponibili. Dal punto di vista tattico questo non aiuta, con il mister costretto ad adattare giocatori fuori ruolo. L’assenza di Leiva, a cui si è aggiunta quella di Cataldi, suo unico vero sostituto, è quella che sta pesando più di tutte. Abituata a vincere, con i primi passi falsi la squadra ha mostrato un nervosismo eccessivo, deleterio per il gruppo. La stangata di 4 giornate a Patric lo dimostra, una reazione controproducente in un momento di difficoltà. La Lazio deve riordinare le idee. Mancano 7 giornate e non tutto è ancora perduto, serve però una netta sterzata per questo finale di stagione. 

Lazio, Luis Alberto: "Nessuno ci metta in discussione, noi non molliamo"

Lazio, Acerbi non molla: "La cosa bella è provarci, lottiamo insieme" - FT

TORNA ALLA HOME PAGE