Superlega, Cairo: “Atalanta - Lazio ha fatto più ascolti della finale di Champions”

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, si è espresso in merito alla possibilità di imbastire una Superlega. Per contrastarla ha citato Atalanta - Lazio.
17.11.2019 08:45 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Superlega, Cairo: “Atalanta - Lazio ha fatto più ascolti della finale di Champions”

Latente, come un virus, il dibattito su Superlega sì/Superlega no torna a contagiare le prime pagine dei giornali durante il periodo di sosta. D'altronde, se non si parla di calcio giocato tanto vale parlare di quello che si giocherà in futuro. Un breve riassunto: l'Eca (Associazione dei Club Europei, il cui presidente è Agnelli) si è fatta portavoce di questa nuova proposta, una sorta di SuperChampions che in futuro dovrebbe andare a oscurare i campionati nazionali. Partite nel weekend, partecipazioni garantite di diritto ai club più ricchi e conseguente perdita di importanza delle varie Serie A, Premier League, Liga etc., declassate a categorie di Serie B. L'idea, avallata dall'Uefa, trova ovviamente l'opposizione delle Leghe nazionali, unite nell'European Leagues. Tra i principali presidenti italiani (tra cui c'è anche Claudio Lotito, ndr) a battersi contro la Superlega figura Urbano Cairo, patron del Torino, che ha rilasciato alcune dichiarazioni al Marca Sport Weekend di Marbella in Spagna: “È fondamentale difendere il calcio nazionale. La gente vuole passione, tradizione, rivalità consolidate. La finale di Coppa Italia (Atalanta - Lazio del 15 maggio, ndr) ha fatto lo stesso ascolto della finale di Champions League, giocata da club molto più conosciuti”. Il dato a cui si riferisce Cairo riguarda lo share di Rai Uno, quindi della partita in chiaro, per Tottenham - Liverpool (27,2 % di share) e Atalanta - Lazio (28,7%). Il presidente del Torino poi conclude così: “È assurdo che ci siano squadre qualificate per diritto divino, la Superlega farebbe diventare incolmabile il gap, peraltro già enorme, tra i 14 grandi club e tutti gli altri. Così si danno più soldi a chi è più ricco, per questo va fermata”.

CALCIOMERCATO LAZIO: ADEKANYE ESCE, LOMBARDI ENTRA

CALCIOMERCATO LAZIO, SI SONDA UN ATTACCANTE PER GIUGNO

TORNA ALLA HOMEPAGE