Lazio, gioco e spettacolo: Milinkovic e Luis Alberto show contro il Fiori Barp

21.07.2021 07:30 di Carlo Roscito Twitter:    vedi letture
Fonte: Carlo Roscito, Mirko Borghesi, Elena Bravetti - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, gioco e spettacolo: Milinkovic e Luis Alberto show contro il Fiori Barp

AURONZO - Gioco, applicazione, spettacolo. Migliora tutto nel secondo test, fino all’intervallo è un piacere per gli occhi vedere gli scambi ad alta velocità, i tocchi sotto, i conigli tirati fuori dal cilindro. Undici gol alla Fiori Barp Mas, seconda avversaria dilettantistica estiva. Non importa il risultato, scontato in partenza, contano le indicazioni dalla panchina di Sarri, più soddisfatto rispetto alla prima uscita contro la Top 11 del Cadore. Divisa nera per la Lazio, le combinazioni offensive sono a colori con quella qualità a centrocampo e in attacco: Luis Alberto chiude il terzetto di centrocampo con Leiva e Milinkovic, tra il Mago e il Sergente si sprecano le genialate. Sblocca Felipe Anderson (era già successo sabato scorso), poi inizia lo show dei centrocampisti.

PRODEZZE - Luis Alberto guarda in mezzo, ma in realtà vede l’incrocio dei pali: finta di cross, lob morbidissimo che si infila alle spalle di Barattin, portiere che si mette in mostra fino all’intervallo con paratoni che evitano la goleada immediata. Si toglierà pure la soddisfazione di respingere un rigore a Caicedo, poi autore comunque della terza (palla strappata in pressing) e quinta rete (appoggio su assist di Moro). Quelle dello spagnolo restano le più spettacolari: la prima con un pallonetto chirurgico, la seconda grazie a un’invenzione alla “Guti” di Milinkovic, che entra in aria e poi invece di calciare serve all’indietro il compagno a porta vuota. Occhi dietro la schiena.

CAMBI. Si arriva alla ripresa sul 7-0, arrotondano il parziale Hysaj (pallone riconquistato e missile di mancino) e ancora Luis Alberto, in diagonale col destro. Diventeranno 11 in totale. Formazione di nuovo stravolta nel secondo tempo, l’unico confermato è Reina (poi lascerà il posto ad Adamonis). Kamenovic viene testato da terzino, Marusic sgomma dalla parte opposta e fa ripartire la giostra del gol con una conclusione precisa dal limite. Dopo è il turno di Akpa Akpro e Muriqi. Il kosovaro colpisce da pochi passi, la doppietta sfuma per colpa della traversa, poi arriva sul cross basso di Akpa Akpro. Non impiegati Maistro e Romero, appena aggregati: per loro differenziato prima dell’inizio del test odierno. Da domani si aspettano anche le loro sgommate, soprattutto quelle del baby argentino.

Pubblicato 20/07

Lazio, Giordano fa gli auguri a Lenzini: avrebbe compiuto 109 anni - FT

Calciomercato Lazio, Davide Lippi: "Ribery vorrebbe rimanere in Serie A"

TORNA ALLA HOMEPAGE