Evacuo: "Carnesecchi è pronto al grande salto, è un grandissimo talento"

01.07.2022 11:55 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Antonio Pilato - Lalaziosiamonoi.it
Evacuo: "Carnesecchi è pronto al grande salto, è un grandissimo talento"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano

Ha parlato a Lazio Style Radio Felice Evacuo, ex attaccante biancoceleste che ha collezionato due presenze con la formazione capitolina nella stagione 2001/2002. Successivamente ha giocato in diverse squadre soprattutto in Serie B e in Serie C, campionato in cui ha messo a segno 175 reti, record assoluto per la categoria. Nel corso dell'intervista ha parlato delle questioni relative alla Lazio e al cacio italiano. 

CARNESECCHI - "Ai tempi di Trapani era un portiere che da poco si stava affacciando al professionismo. Lavora bene, ha grandissime qualità, ha dimostrato di essere maturato. Credo sia arrivato il momento del grande calcio. L’Atalanta ha cresciuto un grandissimo talento. Certo sta poi ai ragazzi la voglia di migliorarsi giorno dopo giorno. È per lui è stato esattamente così"

CANCELLIERI - "Credo sia un ottimo giocatore, penso possa ben figurare alla Lazio. Con Sarri può crescere molto visto che il tecnico toscano valorizza molto gli esterni offensivi. In generale è importante avere dei ricambi in quel ruolo in vista di una stagione così lunga".

ACERBI – "Ha dimostrato di essere importante in questi anni. La società è giusto che faccia le sue valutazioni visto che c’è l’opportunità di prendere un profilo più giovane ed altrettanto forte come Romagnoli".

CAMBIAMENTI - "Il calcio è mutato molto negli ultimi 20 anni, ci sono delle dinamiche diverse legate a vari aspetti. Il Milan ha perso Donnarumma lo scorso anno e Kessie e Romagnoli quest’anno. Fino a qualche anno fa queste cose non sarebbero mai successe".

LAZIO - "Credo che la Lazio ha tutte le carte in regole per emergere e arrivare in alto in classifica. Al contempo non si può mai sapere ciò che ci aspetta, alle succedono cose imprevedibili che influiscono sul campionato. Vedi la Juventus lo scorso anno, che non è riuscita a risalire molto dopo un inizio negativo". 

MONDIALE - "Secondo me questo mondiale anomalo giocato in inverno non inciderà come in passato. I giocatori ci andranno in forma e torneranno altrettanto bene. Non credo che ci sarà un vantaggio per chi ha più calciatori italiani".

IMMOBILE - "Ciro si mantiene sempre in ottima forma farà sempre e comunque la differenza nella Lazio".

RICORDI - "Ho conservato la maglia dell’esordio in Serie A, la numero 33. Per quanto riguarda gli avversari presi la maglia di Vieri che tengo nel mio cassetto altrettanto gelosamente. Negli anni ho incontrato nuovamente Nesta, Liverani e Giannichedda che mi sono ritrovato contro come allenatori".

CALCIO ITALIANO "Il salto dalla Primavera al professionismo alle volte si fa sentire. Adesso però ci sono troppi stranieri nelle formazioni giovanili. Nonostante ci sia tanto da lavorare c’è tanto materiale su cui lavorare, molti giovani hanno esordito in Nazionale. Passando all'aspetto economico, qualche proprietà straniera che ha la possibilità di immettere denaro, può contribuire al rilancio".

SERIE B - "Sarà un campionato di altissimo livello con tante società che hanno facoltà di spendere. Sarà il più avvincente degli ultimi 20 anni. Non era mai capitato che ci fossero così tante piazze che puntano alla promozione".