Mafia Capitale, la Cassazione ribalta tutto: cadono anche molte accuse su Buzzi e Carminati

22.10.2019 20:57 di Redazione Cronaca - LLSN   Vedi letture
Mafia Capitale, la Cassazione ribalta tutto: cadono anche molte accuse su Buzzi e Carminati

Esclusa l'associazione mafiosa nel processo "Mondo di Mezzo", alias Mafia Capitale. La Cassazione ha quindi ribaltato la sentenza d'appello che aveva riconosciuto l'art. 416 bis. Cadono molte delle accuse che pendevano sulle teste di Salvatore Buzzi e Massimo Carminati. "Buzzi su mia indicazione aveva ammesso alcune delle contestazioni. A Roma c'era un sistema marcio e corrotto e la sentenza di primo grado l'ha riconosciuto. La procura ha provato a sostenere la mafia. La Cassazione ha detto quello che avevamo sostenuto fin dall'inizio", il commento dell'avvocato Alessandro Diddi, difensore di Salvatore Buzzi. Felicità anche da parte dell'avvocato di Massimo Carminati, Cesare Placanica: "Sono soddisfattissimo come avvocato e cittadino. La Corte di Cassazione ha detto che a Roma non c'è mafia". In una nota anche il commento del sindaco, Virginia Raggi: "Questa sentenza conferma comunque il sodalizio criminale. È stata scritta una pagina molto buia della storia di questa città. Lavoriamo insieme ai romani per risorgere dalle macerie che ci hanno lasciato, seguendo un percorso di legalità e diritti. Una cosa voglio dire ai cittadini onesti: andiamo avanti a testa alta"