La Spal vede la luce: dissequestrato lo stadio. La palla passa al Comune

La Procura di Ferrara ha dissequestrato lo Stadio Mazza, l'impianto dove la Spal gioca le proprie partite casalinghe. Ora la palla passa al Comune.
10.08.2019 16:19 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
La Spal vede la luce: dissequestrato lo stadio. La palla passa al Comune

Primo piccolo sospiro di sollievo per la Spal. Lo Stadio Mazza, ovvero il luogo dove gli emiliani giocano le proprie partite casalinghe, è stato dissequestrato dalla Procura di FerraraL'impianto, infatti, era stato confiscato per delle presunte irregolarità nella realizzazione dei lavori di ampliamento dello stesso. Una decisione che vedeva sia il club che il Comune come parti lese, e che andava inevitabilmente a creare non pochi problemi alla società ferrarese, costretta a interrompere la campagna abbonamenti e ad attendere la sentenza della Procura. Sentenza che è finalmente arrivata, ma che non sancisce ancora la parola fine alla vicenda. Come riporta gazzetta.it, non tutto è stato risolto. Nella relazione preliminare del consulente della Procura, viene comunque richiesto al Comune di Ferrara (proprietario dell'impianto) di effettuare alcuni interventi per rendere lo stadio a norma e sicuro nel lungo periodo. Sarà proprio l'amministrazione comunale a dover pensare al progetto per sanare la serie di non conformità tecniche rilevate dalla Procura che, però, ha ritenuto l'impianto a un livello di sicurezza “accettabile”. Per questo il Comune potrà decidere di aprire ugualmente l'impianto per le partite casalinghe della Spal, nell'attesa di effettuare questi interventi risolutori. La palla passa all'amministrazione cittadina, mentre la Spal spera: se il Comune lo vorrà, il club biancoazzurro potrà giocare nel proprio stadio fin dalla prima giornata di Serie A.

MALAGA, LA PROTESTA DEI TIFOSI CONTRO AL-THANI

LAZIO, LA DIRETTA DEL CALCIOMERCATO

TORNA ALLA HOMEPAGE