Milan, Bakayoko: “Costretto ad andar via. Gattuso? Non ci capivamo"

Le parole a L'Equipe di Tiémoué Bakayoko, diventato noto ai tifosi laziali per aver mostrato la maglia di Acerbi dopo Milan-Lazio di campionato.
13.06.2019 14:23 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Milan, Bakayoko: “Costretto ad andar via. Gattuso? Non ci capivamo"

Non usa mezzi termini Tiémoué Bakayoko, centrocampista del Milan prossimo al rientro al Chelsea: “Devo andare via, non ho scelta. Ho tre anni di contratto con il Chelsea, per ora è il miglior progetto ma ascoltiamo anche altre proposte” così l'ex Monaco, intervistato dal quotidiano francese L'Equipe, ha detto definitivamente addio ai colori rossoneri. Per sua stessa ammissione, l'avventura milanese era iniziata con non poche difficoltà, ma poi si era risollevata fino a renderlo un titolare inamovibile dello scacchiere di Gattuso. Una popolarità ritrovata e il riscatto quasi assicurato, verso metà stagione Bakayoko era diventato uno dei migliori mediani della Serie A. Poi il fattaccio, quella maglia di Acerbi mostrata alla curva dopo Milan - Lazio di campionato che ne ha inevitabilmente incrinato la credibilità. Nel suo finale di stagione da incubo ha collezionato un ritardo agli allenamenti e più di qualche lite con Gattuso, con il quale il rapporto non è mai decollato: “Non ci capivamo, è stato un rapporto complicato. Non ho voglia di parlare di lui”. Bakayoko saluterà il Milan e l'Italia, il suo futuro ora è una vera e propria incognita.

LAZIO, LE PAROLE DI GARLASCHELLI

LAZIO, I TIFOSI VOGLIONO LA PERMANENZA DI RADU!

TORNA ALLA HOMEPAGE