Lazio, Immobile tra record e tabù: l'Inter la sua bestia nera

Immobile non ha mai segnato in campionato all'Inter da quando veste la maglia della Lazio. E i numeri contro i nerazzurri...
14.02.2020 08:30 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Immobile tra record e tabù: l'Inter la sua bestia nera

novanta minuti per continuare a sognare. Il campionato è ancora lungo, è vero, ma la sfida tra Lazio e Inter di domenica sera vale tantissimo. Un punto di distanza tra le due in classifica, ma soprattutto la possibilità di fare un altro colpo grosso dopo il doppio successo sulla Juventus. Inzaghi sceglierà i suoi uomini migliori e punterà molto su Ciro Immobile. Il bomber biancoceleste, autore di 25 gol in stagione e leader della classifica marcatori e della Scarpa d'Oro, vuole riscrivere statistiche e record.  Domenica contro l’Inter cercherà di sfatare il suo personale tabù: segnare all'Inter in Serie A. Da quando è arrivato alla Lazio, infatti, non è mai riuscito a gonfiare la rete in campionato: né all’Olimpico, né a San Siro. L’unica gioia, come sottolinea l'edizione odierna de Il Tempo, risale al match di Coppa Italia dello scorso anno. Eppure Immobile era riuscito a colpire l’Inter sia con la maglia del Genoa che con quella del Torino. Si è bloccato da quando è diventato biancoceleste e i meneghini sono una figurina che ancora manca nell’album delle squadre punite. I precedenti contro i lombardi sono negativi (3 vittorie, 4 pari e 6 ko) ed è tempo di migliorare le statistiche. Il centravanti cercherà il riscatto a un girone di distanza. Lui che era stato tenuto fuori per punizione dopo la reazione rabbiosa per la sostituzione nella sfida precedente con il Parma. Quella rabbia che è riuscito a incanalare da lì in avanti servirà a lui e ai suoi compagni. Dopo quella gara ha timbrato il cartellino per nove volte di fila, realizzando 13 reti. È da due partite che non trova la via del gol, strano per uno con la sua media. L'obiettivo è tornare subito nel tabellino dei marcatori e farlo domenica potrebbe valere doppio.

LAZIO, LE ULTIME DA FORMELLO

LAZIO, LE PAROLE DI CATALDI

TORNA ALLA HOMEPAGE