Napoli - Lazio, Leiva si scusa con i compagni. Ma il fallo...

Lucas Leiva ha chiesto scusa ai compagni per l'espulsione rimediata ieri sera, ma il fallo e la prima ammonizione risultano inventati da Massa...
22.01.2020 09:00 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Napoli - Lazio, Leiva si scusa con i compagni. Ma il fallo...

Delusione e rammarico per la Lazio di Simone Inzaghi che cede al Napoli, alla sfortuna e alle decisioni di Massa. L'eliminazione in Coppa Italia lascia l'amaro in bocca per come è andata la gara con i biancocelesti, che dopo una partenza ad handicap, hanno per lunghi tratti dominato. Due pali, due reti annullate e un rigore fallito disegnano solo in parte la mole di occasioni avute dai capitolini. Ora si riparte perché domenica c'è il derby con la Roma in una sfida che non vale solo tre punti. Lulic e compagni potrebbero mettere ulteriore distanza dal quarto posto e concentrarsi alla lotta con Juventus e Inter. Tornando alla gara del San Paolo, negli spogliatoi il gruppo era deluso, ma più unito che mai. Lucas Leiva, che ha lasciato i suoi in dieci, si è scusato con i compagni subito dopo la gara. Come sottolinea l'edizione odierna de Il Messaggero, il brasiliano non doveva reagire e mandare a quel paese Massa. Un professionista con la sua esperienza non può fare certi errori anche perché, senza la sua espulsione, la Lazio avrebbe potuto sfruttare la superiorità numerica. Il numero sei biancoceleste, al secondo rosso stagionale dopo quello di Bologna, ha ripetuto che il fallo su Zielinski è stato assolutamente inventato e di essere intervenuto sul pallone. Le immagini confermano la tesi dell'ex Liverpool e lasciano più di un dubbio sulla gara del fischietto di Imperia, che già in passato era stato indigesto alle aquile. Ora non rimane che mettersi questa sfida alle spalle e ripartire perché domenica si torna in campo e la posta in palio è altissima. 

LAZIO, MASSA DA INCUBO: QUANTI ERRORI CONTRO I BIANCOCELESTI

Lazio, la maglia blu diventa un tabù: tre gare giocate e tre sconfitte

TORNA ALLA HOMEPAGE