Lazio, sconfitta amara con il Celtic: Europa appesa a un filo sottilissimo

Brutta serata per la Lazio che perde la terza partita stagionale in Europa League e vede a un passo lo spettro dell'eliminazione
08.11.2019 07:00 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Vittori - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, sconfitta amara con il Celtic: Europa appesa a un filo sottilissimo

Si complica terribilmente l'Europa League della Lazio. Serviva una vittoria all'Olimpico contro il Celtic e invece è arrivata una sconfitta che porta i biancocelesti a un passo dall'eliminazione. Scozzesi inarrivabili in classifica, già qualificati con 10 punti, Cluj che sale a 9 grazie alla vittoria contro il Rennes e ragazzi di Inzaghi con più di un piede fuori. Serve il percorso netto (vincendo 1-0 o di almeno due gol con il Cluj), sperando che gli scozzesi vadano a vincere in Romania all'ultima. Praticamente un miracolo. 

SCELTE DI INZAGHI - Inzaghi conferma le indicazioni della vigilia, recupera Caicedo viucino a Immobile, a sinistra Jony come a Glasgow. Stessa cosa dietro, con Vavro centrale e Acerbi a sinistra, mentre Luiz Felipe viene preferito a Bastos e Patric.

CIRO NON BASTA - La Lazio parte forte e sugli esterni sfonda che è una bellezza. Al 7' Lazzari scende sulla destra e mette al centro un cross teso, che Caicedo spizza e Immobile, sul secondo palo, si avventa come un falco e spinge la palla in rete. Gol numero 101 con la maglia biancoceleste, quindicesimo stagionale tra campionato ed Europa League (16 se si aggiunge quello con l'Italia). A metà tempo prima Immobile poi Milinkovic hanno l'occasione potenziale del raddoppio, ma nel primo caso la difesa, nel secondo la bandierina dell'assistente, vanificano tutto. Illusione del gol al 25', con Jullien che per anticipare Vavro colpisce di testa verso la sua porta e per poco non batte Forster. Tambureggianti diventano gli attacchi dei ragazzi di Inzaghi. Una pausa dal punto di vista del ritmo biancoceleste coincide con il pareggio. Errore in ripartenza di Milinkovic, Acerbi sbaglia l'uscita e Forrest, pescato in profondità, batte Strakosha. Reazione immediata e rabbiosa della Lazio: prima Forster chiude sul colpo di testa di Milinkovic, poi sul calcio d'angolo successivo Jullien salva sulla linea il colpo di petto di Caicedo, con il portiere a vuoto in uscita, e poi Parolo non trova il bersaglio di testa su cross morbido di Jony da destra. Il primo tempo finisce in parità, con più di qualche rammarico biancoceleste. 

DISFATTA NEL RECUPERO - La ripresa parte subito con ritmi alti. Si gioca colpo su colpo, conclusione di Edouard parata da Strakosha, quella di Immobile respinta da Jullien. Leiva regala un tre contro due a Forrest, bravo Luiz Felipe a mandarlo sull'esterno e chiuderlo in corner. È la volta di Elyounoussi che non trova il bersaglio. Il Celtic prende in mano il pallino del gioco e Inzaghi decide un doppio cambio: fuori Jony e Leiva, dentro Lulic e Luis Alberto. Lulic mette subito una palla invitante a Milinkovic, sponda per Caicedo leggermente alta, con Jullien alle spalle che disturba l'eccuadoriano. Lo spazio giusto lo trova Immobile servito in profondità da Milinkovic: la conclusione di Ciro viene parata dal solito Jullien con il braccio, ma incredibilmente per l'arbitro non c'è nulla. Decisione incomprensibile. La Lazio insiste e Forster con i pugni respinge un colpo di testa di Milinkovic. Ottima chiusura in scivolata di Vavro su Edouard, a mettere una pezza sull'errore in disimpegno di Acerbi. Nuovo tentativo di Milinkovic deviato in angolo, sul quale Luis Alberto si inventa una parabola insidiosa che termina sul palo. Lazio sicuramente poco fortunata nelle due partite con il Celtic. Buco della difesa biancoceleste e Edouard faccia a faccia con Strakosha fallisce il 2-1. Entra anche Berisha per l'infortunato Vavro e il kosovaro ha la palla del vantaggio che scarica su Forster. Il portiere con un miracolo poco dopo ferma anche Luis Alberto, e Milinkovic spara a lato. La frittata la combina Berisha allo scadere: serve Edouard, passaggio a Ntcham che scavalca Strakosha con uno scavetto. Notte amarissima, la vittoria del Cluj contro il Rennes mette la Lazio a un passo dal baratro.

LAZIO, LE COMBINAZIONI PER IL PASSAGGIO DEL TURNO

LAZIO - CELTIC, LA CONFERENZA STAMPA DI INZAGHI

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE