Lazio, Alessandro Cochi: "Sarri punto fermo. Flaminio? Sarebbe molto romantico"

11.06.2021 09:45 di Jessica Reatini Twitter:    Vedi letture
Lazio, Alessandro Cochi: "Sarri punto fermo. Flaminio? Sarebbe molto romantico"

Un nuovo capitolo è quello che sta per essere scritto in casa Lazio. Maurizio Sarri sarà il nuovo allenatore dalla prossima stagione e come se non bastasse il patron Lotito solo qualche giorno fa ha anche aperto uno spiraglio ad un possibile ripristino dello stadio Flaminio per farlo diventare di fatto la casa dei biancocelesti. In merito a questo argomento, ai microfoni di Radiosei, è intervenuto Alessandro Cochi: "Siamo legati a quanto fatto da Inzaghi, forse era finito un ciclo, non so se è stato giusto voltare pagina ma sicuramente Sarri è un punto fermo. La Lazio cambia con una persona vincente e un curriculum importante. Flaminio? Sarebbe bellissimo veder giocare la Lazio come successo in passato. L’operazione è molto complicata anche se molto romantica. La riqualificazione è molto complicata, non ci sono parcheggi in quella zona ma di fatto i parcheggi non ci sono neanche all’Olimpico. Ci sono dei vincoli urbanistici e il vincolo della famiglia Nervi. Con un Flaminio così ridotto sarebbe meno costoso costruire da zero da un’altra parte ma con quell’impianto c’è un legame storico. Bisognerebbe inoltre ampliare la capienza che potrebbe arrivare fino a 45.000 posti, un po’ come lo Juventus Stadium". 

L’Italia chiamò: il calcio per dimenticare, Immobile per sognare

Floro Flores: "Sarri l'opposto di Inzaghi. Che la Lazio non faccia l'errore della Juve"

TORNA ALLA HOME