Lazio, De Martino: "Sconfitta che va analizzata, ma il campionato è lungo. Sugli episodi dico..."

Il direttore biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio per parlare della sconfitta di ieri sera rimediata con l'Inter
16.02.2021 07:10 di Tommaso Marsili Twitter:    vedi letture
Fonte: Lazio Style Radio
© foto di Federico Gaetano
Lazio, De Martino: "Sconfitta che va analizzata, ma il campionato è lungo. Sugli episodi dico..."

La Lazio non è riuscita a mantenere il passo delle grandi e a San Siro si è fatta piegare dall'Inter. Questa mattina, ai microfoni di Lazio Style Radio, il direttore Stefano De Martino ha cercato di dare animo alla squadra che ha comunque compiuto una buona prestazione: "La sconfitta con l'Inter va analizzata. Ricalca quella con il Milan. La Lazio è andata a San Siro a proporre il suo gioco, a fare quello che sa fare, venendo da 6 vittorie di fila ed essendo rientrata nella corsa per le primissime posizioni. È chiaro che si sta assistendo a un campionato particolare, basti vedere Spezia – Milan, con i liguri che hanno vinto meritatamente contro una squadra conclamata. La Lazio ieri domina come successo col Milan ma esce sconfitta".

MOVIOLA - "La sicurezza dell'arbitro sul rigore e il non andare al VAR per verificare forse ha innervosito la squadra. In campo tutti erano convinti che Hoedt avesse preso il pallone: un rigore che si può dare e non dare. Patric stesso ha fatto una buona gara, sul terzo gol si è trovato contro un grande giocatore come Lukaku che ha messo in difficoltà tanti difensori del campionato".

DIFESA - "É vero, la difesa ha preso qualche gol di troppo, ma la squadra ha prodotto un gioco concreto e produttivo in molte partite. Sicuramente ieri si poteva fare meglio, ma gli episodi hanno condannato la squadra. Alcuni giocatori dell'Inter, come Barella e Hakimi, sono andati in difficoltà. Conte era preoccupato. La Lazio però cerca di fare la partita su ogni campo, ieri c'è stata sfortuna. Radu? Vista anche le temperature, non si è sentito all'ultimo di scendere in campo prima del match".

CAMPIONATO APERTO - "Il gioco della Lazio è apprezzato anche in Europa. Il campionato è ancora lungo e strano, livellato. La Lazio di ieri però testimonia che c'è, merita di lottare fino alla fine e che con tutti i titolari può giocarsela con chiunque”.

Pubblicato il 15/02