Lazio, Vocalelli: "Contro il Cagliari decisiva per la Champions League, poi chissà..."

“La Lazio sta disputando un campionato di altissimo profilo, la partita contro la Juventus ha suggellato un momento molto felice per la squadra".
13.12.2019 22:00 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Lazio, Vocalelli: "Contro il Cagliari decisiva per la Champions League, poi chissà..."

Archiviata l'Europa League, questa Lazio può dare tanto in campionato. Tra gli estimatori della truppa di Inzaghi c'è anche Alessandro Vocalelli, voce nota e importante del giornalismo sportivo italiano. Ecco cosa ha detto dei biancocelesti a Radio Centro Suono: “La Lazio sta disputando un campionato di altissimo profilo, la partita contro la Juventus ha suggellato un momento molto felice per una squadra che ho sempre creduto dovesse stare lì in classifica. Da un anno ho definito il centrocampo della Lazio come il più forte d’Italia: oltre ai quattro tenori Leiva è un campione assoluto, anche Lazzari si sta rivelando un giocatore di grande valore. Che la Lazio potesse fare così bene per me era plausibile, invece sono molto deluso per il cammino europeo: è vero che la rosa non è lunghissima, ma per passare questo girone sarebbe servita solo un po’ di concentrazione.”

IL SALTO DI QUALITA' - “Spesso ci si chiede se sia bastato solo Lazzari alla Lazio per fare il salto di qualità, ma non è stato così. Penso a Correa che quest’anno è un perno mentre nella scorsa stagione giocava solo ad intermittenza, così come anche il nuovo ruolo di Milinkovic-Savic ha ridato equilibrio alla squadra. Il serbo ha doti tecniche pazzesche e lo si è visto con lo straordinario gol segnato alla Juventus. Accettando questo ruolo da mezzala, pur perdendo qualcosa negli ultimi trenta metri, ha aiutato molto la squadra.”

CAGLIARI E POI PRIMI POSTI - “A mio avviso Cagliari sarà una tappa fondamentale nel campionato dei biancocelesti. La Lazio è una squadra costruita, a maggior ragione ora che non c’è più l’alibi della panchina corta per affrontare l’Europa League, per cercare la qualificazione in Champions League. La media ora la porterebbe tra gli 80 e gli 85 punti, un obiettivo che deve essere nelle sue corde. Una quota che significherebbe almeno terzo posto, poi nel caso in cui qualcuno là davanti dovesse fallire allora si potrebbe pensare anche a qualcosa di più".

LAZIO: L'ANGOLO TATTICO DELL'EUROPA LEAGUE

COPPA ITALIA: VARIAZIONE D'ORARIO PER LAZIO - CREMONESE

TORNA ALLA HOMEPAGE