Verona-Lazio, il più vecchio in campo corre più di tutti: i numeri del match

Numeri e statistichee di squadra e individuali sulla partita di ieri sera tra Verona e Lazio conclusa con il risultato di 1-5.
27.07.2020 09:15 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Edoardo Zeno - Lalaziosiamonoi.it
Verona-Lazio, il più vecchio in campo corre più di tutti: i numeri del match
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

La Lazio a valanga sul campo del Verona. Cinquina dei biancocelesti che stendono gli uomini di Juric anche grazie a uno scatenato Immobile. Tripletta del numero 17 che sale a 34 gol in campionato. I numeri del match dicono che il Verona ha avuto la supremazia territoriale (61%) ma che la Lazio è stata la più cinica della stagione con il 38% di conversione in gol dei tiri. Solo in Atalanta-Lazio e Juventus-Lazio, i  biancocelesti avevano concesso più campo agli avversari. Più passaggi (363 a 27) e più occasioni da gol create (14 a 89) per i padroni di casa che però non riescono a finalizzare e a rendere proficuo il proprio gioco. La Lazio ne approfitta e colpisce con i suoi calciatori di migliore qualità. Per i biancocelesti ben 20 passaggi completati su 26 nell’area di rigore avversaria. Due squadre che hanno corso anche moltissimo: 108 chilometri il Verona e 107 i ragazzi di Inzaghi.

STATISTICHE INDIVIDUALI – Ciro e Sergej leader nei tiri con 4 conclusioni. Luis Alberto completa 36 passaggi su 42, ma la miglior precisione nel servire i compagni la ha marosi (95.5%). Sui tocchi di palla domina il Sergente con 72, ben 11 duelli totali vinti. Chi corre di più in mezzo al campo, invece, è il più vecchio della squadra: Marco Parolo. 11.2 chilometri percorsi e 35.17 km/h per lo scatto più veloce della partita e dell’intero turno di Serie A. Il Mago in veste anche di incontrista con 7 palloni recuperati in tutto il match. Il migliore negli anticipi è Luiz Felipe con 3.

FORMELLO - Lazio, subito la ripresa: torna Lazzari con il Brescia

Verona - Lazio, retroscena Immobile: ecco perché voleva lasciare il rigore a Luis Alberto

TORNA ALLA HOME