Caso Genoa, per la Uefa basta che in campo scendano 13 giocatori per evitare il rinvio

La Uefa ha emesso un protocollo con regole precise: bastano 13 giocatori in campo, di cui un portiere, per permettere di giocare
30.09.2020 09:20 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Jessica Reatini
© foto di Imago/Image Sport
Caso Genoa, per la Uefa basta che in campo scendano 13 giocatori per evitare il rinvio

Oggi sarà il giorno della verità non solo per il Genoa, che aspetta insieme al Napoli l'esito dei tamponi, ma anche per capire quali saranno le decisioni in merito alle prossime partite in programma del club ligure e di quello partenopeo. Se ci si attenesse solo alle regole stilate dalla Uefa la gara andrebbe giocata. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei infatti il requisito minimo è che una squadra possa schierare almeno 13 giocatore tra campo e panchina e che tra questi 13 ci sia un portiere. Prendendo nello specifico il caso del Genoa, di cui 10 calciatori sono positivi, allora la squadra di Maran potrebbe tranquillamente scendere in campo contro il Torino. Se il match fosse rinviato ma non si riuscisse a trovare una data utile per il recupero allora si arriverebbe allo 0-3 a tavolino per la squadra decimata. Le indicazioni della Uefa sono il modello, poi ogni campionato e ogni federazione adotta il procedimento che ritiene migliore anche se in questo caso in Italia mai era successo che un club avesse un così alto numero di positivi in rosa. Oggi si deciderà in Consiglio di Lega e si procederà a proporre una soluzione alla Federcalcio che pure è più orientata sulla linea della Uefa che su quella del rinvio.

PAIDEIA - Gabriel Pereira e Muriqi arrivati in clinica per le visite mediche - FT&VD

Calciomercato Lazio, Queiros è un'opportunità: ma la società smentisce trattative

TORNA ALLA HOME