Italia, a rischio il primo match del 4 settembre contro la Bosnia a Firenze

Il coronavirus potrebbe ancora causare problemi al calcio: ad oggi infatti il match della Nazionale contro la Bosnia il 4 settembre è a rischio
01.08.2020 10:30 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Jessica Reatini
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Italia, a rischio il primo match del 4 settembre contro la Bosnia a Firenze

Mentre questa stagione volge al termine e si pensa già alla prossima le incertezze sono ancora molte. Se è vero infatti che il Covid ha mollato la sua morsa almeno in termini di intensità l’emergenza rimane in Italia così come nel mondo e quindi ancora nulla può essere dato per scontato. A rischio infatti non ci sono solo le squadre del massimo campionato ma anche la Nazionale di Mancini. Come riporta la consueta rassegna stampa di Radiosei il 4 settembre a Firenze è previsto il match tra gli azzurri e la Bosnia, primo atto della Nations League. Ad oggi, manca praticamente un mese, sembra difficile che questo possa accadere essendo anche la Bosnia uno di quei paese a cui l’Italia ha tenuto ancora chiuse le frontiere. La Uefa però parla chiara: è la Figc che deve farsi carico di tutta la questione legata all’arrivo della squadra ospitante  In caso contrario, la stessa federazione è tenuta a segnalare una sede alternativa, in questo caso ovviamente all’estero, poi soggetta all’approvazione dell’Uefa. Il Governo spera che si possa giocare in Italia, tenendo conto sempre della curva dei contagi. L’unica certezza è che il match dovrà essere disputato perché in calendario non c’è spazio per i recuperi.

Napoli, De Laurentiis: "Immobile? Mi piace e anche tanto. Lo volevo già ai tempi del Pescara"

Serbia, l'ex ct Krstajic incensa Milinkovic: "Se fossi la Lazio non lo venderei neanche per 120 milioni"

TORNA ALLA HOME