Lazio, con Casale la difesa è un muro invalicabile: quanto l'ha voluto Sarri!

25.11.2022 09:00 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Lavinia Saccardo - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, con Casale la difesa è un muro invalicabile: quanto l'ha voluto Sarri!
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Arrivato in punta di piedi e poi sbocciato. Nicolò Casale ha esordito per ultimo tra quelli arrivati in estate: ha atteso per ben 6 partite, si è ambientato, ha capito la Lazio di Sarri e ha memorizzato i movimenti della difesa a 4. Come ricorda la rassegna di Radiosei, aveva giocato a 4 a Empoli, poi è passato a 3 con Tudor nel Verona, molto simile alla filosofia di Juric. Come un fulmine a ciel sereno, Sarri l'ha messo in campo inaspettatamente. L'infortunio contro la Cremonese l'ha tenuto lontano dal campo per un mese, poi è tornato e il tecnico non gli ha più levato di dosso la maglia da titolare. Il derby, l'Europa League, si è preso il posto di Patric e oggi con Romagnoli forma il muro biancoceleste. 

Numeri e dati gli sorridono. Casale è tra i tre giocatori con Felipe Anderson e Provedel ad essere partito sempre titolare a novembre. Nello stesso mese è quello che ha effettuato e completato più passaggi, e nelle 10 partite in cui ha giocato la media dei gol incassati è 0,8 a fronte di 1,3 senza di lui. Sarri era rimasto ammaliato da lui già tempo fa: lo aveva seguito ai tempi dell'Empoli, se l'è guardato nel Verona e se l'è preso, finalmente, alla Lazio.