Atletica, Alice Mangione: "Tifo Lazio per amore! Sogno Tokyo e l'Olimpico"

Alice Mangione, neo campionessa italiana dei 400 metri agli assoluti di Padova, è tifosa della Lazio e ci racconta come è nato questo amore...
07.09.2020 07:00 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
Atletica, Alice Mangione: "Tifo Lazio per amore! Sogno Tokyo e l'Olimpico"

ESCLUSIVA - "Perché tu vai vai veloce come il vento". Se non come il vento, Alice Mangione dovrà correre velocissima per continuare a sognare in grande. La velocista ha appena conquistato il titolo italiano sui 400 piani demolendo il suo primato. A Padova la ragazza dell'Atletica Brescia ha avuto la meglio chiudendo la sua gara in 52'' 70, ben sette decimi meglio del suo precedente record. Un titolo, quello conquistato in Veneto, che lancia sempre di più la 23enne nell'atletica che conta. Nata a Niscemi (Caltanissetta), Alice alle medie ha capito che l'atletica sarebbe stata il suo futuro. "Ho iniziato durante le ore di educazione fisica. Tutti mi dicevano che ero portata e piano piano sono cresciuta con questo sport". A 14 anni si è trasferita a Palermo, a circa 200 km da casa. "Vivevo da sola con ragazze che andavano all'università. Mi allenavo e studiavo, sono dovuta crescere in fretta. Palermo è un po' caotica, ma diciamo che sono stata bene" ci racconta la ragazza. Due anni fa il trasferimento a Roma: "Da Palermo alla Capitale il salto è stato grande. Se la prima mi sembrava frenetica, la seconda lo è ancora di più. Però questa città mi ha conquistato, è troppo bella per non farsi amare". Tesserata per la società Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco, è ospite del centro sportivo Olimpico dell'Esercito di Roma dove si allena con l’allenatrice Marta Oliva. Proprio allenandosi a Roma, la Mangione si è innamorata della Lazio.

LAZIO - L'atleta ci racconta: "Ho sempre seguito il calcio, ma senza dedicarmici completamente. Da quando sono fidanzata con Marco, però, seguo la Lazio grazie a lui. Piano piano mi è nata la passione per questi colori e con lui ci vediamo tutte le gare. Sono andata anche allo stadio e devo dire che la cosa mi ha colpito particolarmente. Vedere la Lazio allo stadio è un'altra cosa. Una gara di calcio in un impianto è molto diversa rispetto all'atletica. Diciamo che sono laziale per amore, ma ormai mi sento tifosa. Il mio calciatore preferito? Milinkovic Savic, io e il mio fidanzato impazziamo per lui". Stadi che per il momento resteranno chiusi al pubblico per l'emergenza coronavirus. Una situazione inevitabile per l'azzurra: "Il pubblico nelle stadio che tifa ti gasa tantissimo, ma in questo momento è meglio così. L'emergenza sanitaria ci deve far prendere il massimo delle precauzioni e assicurare il distanziamento sociale. Speriamo che tutto rientri presto e che la situazione possa tornare alla normalità. La gente tornerà a vedere le gare e le partite e aiuterà anche noi atleti".

FUTURO - Dopo il titolo conquistato, la siciliana è arrivata quinta nella Diamonds League di Bruxelles ed è attesa al Golden Galà di Roma. L'obiettivo restano le Olimpiadi di Tokyo del prossimo anno. La maglia azzurra per lei ha sempre un significato fantastico: "Dopo le selezioni giovanili, lo scorso anno sono stata convocata per la Coppa Europa e per i Mondiali di Doha. Due esperienze che custodisco nel cuore, ovviamente la Nazionale maggiore è tutta un'altra cosa. Con le mie colleghe c'è una sana competizione, ma nessuna rivalità. L'importante è dare il massimo per l'Italia". Talento naturale e cristallino, la Mangione si candida per un posto per il Giappone nei 200, 400 e nella staffetta 4x400. "Sono certa di poter migliorare ancora. Al momento ho 52'' 70 di record, ma penso di poterlo abbassare. Il sogno resta il 51''30 che è il minimo per andare a Tokyo anche nell'individuale. Ho un po' di mesi per provare a farcela. Lavorerò ogni giorno per riuscirci". Sorridente e un po' timida, la tenace Alice ci saluta con un dolce Forza Lazio. Noi non possiamo che augurarle un grande in becco all'aquila!

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Pubblicato il 06/09 ore 14:00