Lazio, cronaca di una giornata convulsa: ora tamponi "notturni". E Lotito passa al contrattacco...

La Lazio effettuerà in serata altri test per il gruppo squadra come prevede il protocollo e il patron ora è pronto ad affidarsi all'avvocato Bongiorno
08.11.2020 07:20 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava, Daniele Rocca-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, cronaca di una giornata convulsa: ora tamponi "notturni". E Lotito passa al contrattacco...

Una giornata di tensione, convulsa, piena di domande e interrogativi. Ieri sera le nubi sembravano essersi diradate, quando il "Futura Diagnostica", il laboratorio avellinese a cui si affida la Lazio, aveva fatto sapere che tutti i tamponi molecolari a cui erano stati sottoposti i calciatori biancocelesti erano risultati negativi. La conferma sembrava arrivare anche dalla parole di Simone Inzaghi in conferenza: "A oggi sono disponibili tutti". Poi, però, poco prima che iniziasse la seduta di rifinitura, ecco che Leiva, Immobile e Strakosha lasciano il centro sportivo di Formello e tornano a casa. Cosa succede? Il Campus Biomedico, dove la Lazio ieri aveva voluto far testare i tre giocatori che erano risultati positivi alla voce "N" dei tamponi molecolari Uefa. Uno scrupolo in più, che testimonia la buonafede del club. Lotito, infatti, è pronto a passare al contrattacco: niente più atteggiamento difensivo, il presidente vuole rompere gli argini e tutelarsi legalmente tanto che è già stato allertato lo “Studio Bongiorno” fondato e diretto dall’Avv. Giulia Bongiorno.

Tornando ai tamponi, comunque, i tre calciatori si sono sottoposti ai test molecolari che hanno dato esito simile a quelli Uefa e cioè un'alterazione (seppur minima) della voce che risponde al "gene N". A quel punto, dunque, il Campus Biomedico ha contattato la ASL Roma 1 che ha chiesto alla Lazio di fermare i giocatori in questione e ripetere i tamponi che non vengono definiti "positivi", ma "dubbi". La Lega comunque ha chiesto prudenza e ha fatto capire che con un tampone “dubbio” è preferibile non scendere in campo. Stasera, tra le 22 e le 23, i tamponi molecolari verranno ripetuti dal gruppo squadra: una procedura secondo protocollo quando nell’organico sono presenti positivi e domattina s'avrà l'ennesimo responso. "Futura Diagnostica" fa sapere d'aver fatto tutto con estrema precisione e che i tamponi di "tutti i giocatori della Lazio sono risultati negativi". In serata si è sparsa la voce di un blitz delle forze dell'ordine sia nel laboratorio di Avellino che all'interno del centro sportivo di Formello. Un rompicapo, una situazione mai vista, figlia anche della disorganizzazione del calcio italiano che non ha mai provveduto a uniformare i test anti-covid. 

Pubblicato il 7/11

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.