Capello: "Il calo della Lazio è un mistero, non ho visto la rabbia di prima"

13.07.2020 10:20 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Edoardo Zeno - Lalaziosiamonoi.it
Capello: "Il calo della Lazio è un mistero, non ho visto la rabbia di prima"

Ai microfoni di Radio Anch’io Sport, Fabio Capello ha analizzato il calo della Lazio e le nuove regole introdotte.

LAZIO - “Pensavo sarebbe stata la squadra che avrebbe messo più in difficoltà la Juventus ma in campo non abbiamo visto la stessa rabbia. Questo è un po' un mistero, le prove degli attaccanti poi non sono state all'altezza".

JUVENTUS - "Fino ad adesso è stata fortunata perché Inter e Lazio stanno andando piano. L'unica che corre è l'Atalanta. I bianconeri hanno tanta qualità e per questo il loro calcio si è basato sulle giocate dei singoli".

FALLI DI MANO - "Vengono dati troppi rigori. Non si capisce per quale motivo non si prenda in considerazione la pericolosità dell'azione, questo per me è un'assurdità e credo che debba essere rivisto il modo di interpretare il regolamento. Un giocatore non può tagliarsi le mani, devono essere valutate altre cose".

NUOVE REGOLE - “Porterei le 5 sostituzioni anche al prossimo campionato, per evitare lesioni ai calciatori. Mi piacerebbe fosse fatto questo per un altro anno ancora. Tutto questo poi aiuta gli allenatori, perché i giocatori si sentono più coinvolti, giocano di più".

 Calciomercato Lazio, per la Champions servono alternative di qualità: i nomi

Lazio, emergenza impressionante: 29 assenze in 6 partite

TORNA ALLA HOME PAGE