Caso positivi Genoa, Spadafora: "Stop al campionato? Non credo ma situazione è preoccupante"

Le parole del Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora in merito alla possibilità di fermare il campionato dopo i tanti positivi in casa Genoa
29.09.2020 17:25 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Jessica Reatini
© foto di Samantha Zucchi/Insidefoto/Image
Caso positivi Genoa, Spadafora: "Stop al campionato? Non credo ma situazione è preoccupante"

Situazione preoccupante quella in casa Genoa. Oltre a Perin e Schone infatti nella giornata di ieri sono emersi 14 nuovi positivi al coronavirus tra squadra e staff. Quasi sicuramente verrà rinviata la gara contro il Torino e a rischio è anche quella del Napoli, ultimo avversario dei liguri, contro la Juventus. Per questo si è ipotizzata anche la sospensione di due settimane del campionato di Serie A. A questo proposito ha parlato anche il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafaora intercettato dai giornalisti a Montecitorio: "Stop al campionato dopo i casi di positività del Genoa? Non credo, non siamo ancora in queste condizioni. Questa situazione mi preoccupa molto, adesso sentirò il presidente Dal Pino e il presidente Gravina", queste le parole riportate da LaPresse.

Spadafora ha parlato in audizione in VII commissione del Senato sull'utilizzo del Recovery Fund: "Questo è un periodo molto complesso ma lo sport ha un grande numero di risorse, derivanti dai vari decreti. Lo sport è una leva di rilancio e ripartenza, può e deve essere importante, sia per quello di alto livello che per quello di base, che soprattutto in questo momento sta soffrendo molto. Il mondo dello sport deve evolvere e abbiamo l'occasione con la legge delega. Stiamo lavorando a un testo per terminare un lavoro che ha coinvolto tutti, abbiamo ascoltato maggioranza, opposizione, CONI e CIP. Spero che nei prossimi giorni venga condiviso in modo che possa essere portato in approvazione al Consiglio dei Ministri. Il testo prevede un riordine del sistema sportivo italiano a partire dalla governance. Vogliamo portare poi avanti il progetto relativo all'impiantistica sportiva. Da troppi anni non si investe in questo senso. C'è poi la necessità di gestire questi impianti, con progetti da scrivere da capo".

DIRETTA - Calciomercato Lazio, si lavora sulle uscite: non tramonta l'ipotesi Queirós

Calciomercato Lazio, Wallace fa le valigie destinazione Turchia: i dettagli

TORNA ALLA HOME PAGE