Lazio, De Cosmi: "Acerbi che personalità! Ieri quattrodici gladiatori in campo"

Le parole di mister Roberto De Cosmi in merito al pareggio della Lazio contro il Bruges nel secondo match di Champions League
29.10.2020 15:45 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Jessica Reatini
Lazio, De Cosmi: "Acerbi che personalità! Ieri quattrodici gladiatori in campo"

Mister Roberto De Cosmi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio per commentare il match di ieri pareggaito per 1-1 dalla Lazio contro il Bruges: “Una bella Lazio, era una gara importante chiaro che le assenze erano moltissime ma c’era voglia e coraggio di fare la gara. Una Lazio vera di qualità e di un grande atteggiamento. Si è parlato di molte cose ma la squadra era organizzata bene in campo e ha cercato di fare subito la gara. L’avversario era ostico ma tutti quanti sono stati all’altezza della situazione. Primo tempo dominato, senza il rigore di Patric la Lazio avrebbe mantenuto il vantaggio fino all’intervallo. Nel secondo tempo loro hanno spinto molto e anche Reina è stato bravissimo in almeno due occasioni fondamentali. Risultato importante. Quando c’è da tirar fuori le unghie la Lazio fa vedere la sua vera essenza. Sono stati quattordici gladiatori”.

ACERBI – “Non so quanto tempo è che non sbaglia una partita, è un grande professionista e fa delle prestazioni bellissime. Sul centro sinistra l’ho visto molto intraprendente e quando eravamo a quattro ha spinto e ha lottato. È un leader per atteggiamenti e personalità”.

HOEDT – “Anche lui sta crescendo, il ragazzo lo conosciamo e da centrale è anche meglio rispetto che a sinistra. Mi è piaciuto anche quando si è messo a quattro con Marco Parolo in un momento delicato della partita. Su di lui c’era molto scetticismo, è quell’elemento in più che concorre per fare bene. Attento, ha sfruttato i centimetri e ha fatto una bella prestazione ieri. I difensori attuali sono tutti strutturati, Hoedt ha messo massa muscolare ed è cambiato molto rispetto al primo anno di Lazio”.

CORREA – “Al di là del gol si è dato veramente da fare, ad un certo punto era un 4-2-4, lui largo a sinistra con Pereira largo a destra. E' stato importante, oltre ad aver fatto un grande gol” Anche Milinkovic ha fatto una grande partita in mezzo al campo2.

PAROLO – “Grande cuore, saggezza tattica, veramente ha interpretato al massimo la gara. E’ vero che ora c’è la doppia sfida con lo Zenit ma siamo partiti bene. Quattro punti in due giornate, non so in quanti ci credessero. Il mister è sempre sul pezzo concentrato e lucido e questo fa capire quanto tiene a questa maglia e a questi colori. Lo dimostra sempre sul campo”.

ZENIT: "Anche ieri, dopo aver perso con il Bruges, ha perso anche con il Dortmund. Per loro la gara con la Lazio rappresenta quindi uno spartiacque molto importante".

QUALIFICAZIONE - "Dopo la trasferta di mercoledì prossimo si potranno fare dei bilanci ma bisognerà vedere anche le gare che la Lazio giocherà in casa come andranno. Io penso che la Lazio debba fare la corsa su se stessa, per noi la gara con lo Zenit rappresenta qualcosa di molto importante. Usciamo con grande positività dalla gara di ieri e anche consapevolezza. Chiaro che un occhio va anche alle altre ma la gara contro il Borussia in casa è stata fantastica. Arrivare tra le prime due sarebbe una grande soddisfazione"

Lazio, De Cosmi: "Con Bruges pareggio fondamentale. Acerbi è un leader"

Lazio, Correa e l'ice in my veins: l'esultanza del Tucu stile Nba

TORNA ALLA HOMEPAGE