Euro 2020, Londra apre alla Uefa: deroga alla quarantena per mantenere la finale a Wembley

19.06.2021 10:45 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Euro 2020, Londra apre alla Uefa: deroga alla quarantena per mantenere la finale a Wembley

Londra apre all'ipotesi di concedere un'esenzione speciale dall'obbligo di quarantena per chi arriverà sull'isola in occasione delle ultime tre partite dell'Europeo. Di fronte all'avvertimento della Uefa, pronta al cambio di sede della finale del torneo, è stato lo stesso Boris Johnson a promettere che cercherà una "ragionevole sistemazione" per accogliere, senza restrizioni, la delegazione. Per il momento, riporta la rassegna stampa di Radiosei, le parti stanno ancora discutendo, ma l'intenzione è quella di applicare una deroga ad hoc alle attuale misure di sicurezza che prevedono, per chiunque arrivi da paesi europei, un periodo di autoisolamento di 10 giorni.

SEGNALI D'APERTURA - Da Downing Street sembrano giungere segnali d'apertura. L'ipotesi dello spostamento di sede ha allarmato le autorità britanniche, corse immediatamente ai ripari con un piano alternativo per accogliere la delegazione Uefa in una bolla anti-Covid, limitando al minimo i contatto così da scongiurare eventuali contagi. "L'ipotesi al vaglio è quella di creare un rigoroso sistema di test e bolla per consentire la permanenza nel Regno Unito della delegazione, e magari anche dei tifosi, per un tempo addirittura inferiore alle 24 ore, limitando gli spostamenti ai soli trasporti e luoghi approvati", aveva dichiarato il portavoce Uefa.

Calciomercato Lazio, da Loftus-Cheek a Felipe Anderson: la situazione a centrocampo e sugli esterni

Copa America, l'Argentina supera l'Uruguay di misura: Correa in campo nella ripresa

TORNA ALLA HOMEPAGE