Frosinone, Nesta: "Io sempre giudicato, da giocatore venivo disintegrato dalle critiche"

Non è un momento positivo per il Frosinone di Nesta, reduce da due sconfitte consecutive e scivolato dal terzo al sesto posto in classifica.
03.07.2020 09:45 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Frosinone, Nesta: "Io sempre giudicato, da giocatore venivo disintegrato dalle critiche"

Il Frosinone di Alessandro Nesta, reduce da due sconfitte consecutive nel giro di una sola settimana e scivolato al sesto posto in classifica, non sta vivendo un momento positivo. La squadra è attesa questa sera al riscatto nella gara dello Stirpe contro lo Spezia. L'allenatore dei gialloblù, riporta la rassegna stampa di Radiosei, ha ammesso le difficoltà del momento, spiegando questa sorta di involuzione. Al tempo stesso ha predicato calma, invitando gli addetti ai lavori a rimanere lucidi e ad analizzare la situazione in maniera razionale, comprendendo quali possano essere i punti da migliorare. Nonostante le dichiarazioni dei giorni scorsi da parte del presidente Stirpe, che ha sollevato il suo allenatore da ogni minima responsabilità riguardo il momento negativo della squadra, qualcuno chiede a Nesta se sente la sua panchina in bilico. L'ex Lazio risponde con estrema sincerità: "Dopo tre partite in cui si conquista un solo punto penso sia giusto ricevere delle critiche. Fa parte del mestiere. Di certo tutto ciò non rappresenta per me un problema. Da quando sono bambino che vengo giudicato. Ho fatto il calciatore ottenendo qualche buon risultato, ma nel momento in cui sbagliavo una singola partita venivo disintegrato dalle critiche. Ora sono allenatore e il discorso è prarticamente lo stesso. Sono abituato a essere sia osannato che attaccato".

Lazio, l'importanza di Marco Parolo: leader e trascinatore con il vizio del gol

Roma, Pallotta sbotta: "Partita con l'Udinese? Semplicemente vergognosa"

TORNA ALLA HOMEPAGE