Petkovic: "26 maggio sempre una festa. Lulic? Ci sarò sempre per lui"

12.05.2021 08:45 di Jessica Reatini Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Petkovic: "26 maggio sempre una festa. Lulic? Ci sarò sempre per lui"

Mancano due settimane precise al 26 maggio, data indimenticabile per la Lazio, per i laziali e per Vladimir Petkovic che nel 2013 portò i biancocelesti alla vittoria della Coppa Italia contro la Roma. Proprio in questa data il tecnico insieme la sua Nazionale svizzera, si raduneranno in vista degli Europei che prenderanno il via l'11 giugno proprio a Roma. Un ritorno sempre piacevole quello dell'allenatore, diventato leggenda nella Capitale. Quel trofeo rimarrà per sempre nel suo cuore così come riportato dalla consueta rassegna stampa di Radiosei: "Il 26 maggio è come una festa di compleanno. Resta un piacere, un immenso orgoglio, un bellissimo ricordo". Con la Nazionale dovrà anche fronteggiare Ciro Immobile: "Vede la porta, ha tutti i tipi di giocate, anche se a lui serve un certo tipo di gioco. Purtroppo per noi ha ritrovato il gol anche in Nazionale. Immobile è forte, continuerà a dare tanto alla Lazio e al ct Mancini", insomma non sarà facile.

LULIC - Una menzione anche per Senad Lulic tornato a giocare dopo un calvario durato un anno a causa di un infortunio alla caviglia. I due sono amici, si sentono, e la famiglia del bosniaco vive proprio in Svizzera. Chissà magari che in un futuro i due non possano rincontrarsi: "Abbiamo grandissimi rapporti, professionali e privati. Lo stimo tanto. Se serve un aiuto, io ci sono e anche Senad c’è stato sempre per me".

EUROPEI - Petkovic crede nella sua Svizzera ed è pronto ad affrontare l'Italia: "Due squadre consapevoli del proprio valore e con un bel futuro. Affrontarci tre volte quest’anno sarà speciale. Per l’Italia, per noi, per tutti gli italiani e gli svizzeri. Mancini ha svolto un ottimo lavoro. Studiamo gli azzurri da molto tempo".

Lazio - Parma del '99: sfuma lo scudetto. Ma quella frase di Cragnotti...

Calciomercato Lazio, incontro Tare-Capozucca: piacciono Nandez e Cragno

TORNA ALLA HOME