Spezia, Gladis Conti ricorda: "Prendemmo Acerbi per una cifra irrisoria. Era un terzino ma..."

Le parole dell'ex responsabile del settore giovanile dello Spezia Gladis Conti sull'acquisto di Francesco Acerbi
04.12.2020 09:00 di Jessica Reatini Twitter:    Vedi letture
Spezia, Gladis Conti ricorda: "Prendemmo Acerbi per una cifra irrisoria. Era un terzino ma..."

Sarà una gara speciale quella di domani per Francesco Acerbi. Il difensore della Lazio incontrerà infatti il suo passato, la società che di base lo ha scoperto e ha iniziato la sua carriera da calciatore, lo Spezia. A parlare è Gladis Conti allora responsabile del settore giovanile bianco: "L'avevo visto giocare nella Berretti del Pavia e mi aveva subito impressionato. Giocava esterno basso a sinistra, grande struttura fisica già allora e un tiro potente di mancino. Se non mi ricordo male lo pagammo mille euro con la prospettiva di valutarlo in stagione", queste le sue parole riportate da cittàdellaspezia.com. Poi prosegue: "Arrivò da terzino, ma presto pensammo con Renato Buso, che allenava quella squadra, che avremmo potuto impostarlo centrale. E così fu, forse siamo stati davvero i primi a vederlo in quel ruolo. Era tignoso, non ti mollava mai. All'inizio ci fu qualche problema, ma poi ingranò e anzi faceva da chioccia a molti suoi compagni che avevano meno esperienza di lui. Un'altra cosa che mi ricordo è che gli chiedemmo di tagliarsi i capelli!".

Calciomercato Lazio, si cerca l'anticipo per Zaccagni: ecco i dettagli

Champions League, la top 11 della Bobo TV: presenti due biancocelesti

TORNA ALLA HOME