Lazio, la Primavera come in Serie A: allenamenti a casa e speranze di ripresa

Come in Serie A, anche la Primavera della Lazio lavora da casa sperando che il campionato possa ripartire e concludersi in estate.
05.04.2020 09:00 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Lazio, la Primavera come in Serie A: allenamenti a casa e speranze di ripresa

C'è un mondo che viaggia in parallelo a quello della Serie A, anche ai tempi del coronavirus. Tra diritti tv, qualificazioni europee (chi vince va in Youth League, l'equivalente della Champions) e con promozioni e retrocessioni in ballo, la Primavera non si ferma e guarda avanti. Approcciando la crisi agli antipodi rispetto a tutti gli altri campionati giovanili - dall'Under 17 in giù -, che rischiano seriamente la sospensione. Il mantra è identico a quello degli 'adulti': se si può, si va fino in fondo. Cercando di portare a termine una stagione interrotta a 11 partite dal traguardo. Per questo, come riporta la rassegna stampa di Radiosei, anche la baby Lazio non si ferma e suda da casa. Mister Menichini e il suo vice, D'Urso, stanno continuando a martellare i propri ragazzi tramite delle sedute specifiche organizzate via Whatsapp. Bisogna mantenere alto il tono muscolare, lavorare pensando (e sperando) che il campionato possa ripartire. Nonostante questo auspicio, la Lazio ha trattato in modo diverso prima squadra e Primavera. I 13 ragazzi che abitavano la Foresteria di Formello hanno lasciato Roma per fare ritorno dalle proprie famiglie, in Italia e all'estero. Solamente Dean Lico, classe '2000 tesserato a gennaio, è stato ospitato a casa del suo connazionale e compagno di squadra Etienne Tare. Figlio del ds biancoceleste e attaccante della squadra di Menichini. Ormai sparpagliata in giro per il mondo, ma sempre sul pezzo: come i giocatori di Serie A.

LAZIO, DOVE C'E' INZAGHI C'E' CASA

LAZIO, PAROLO SI RACCONTA

TORNA ALLA HOMEPAGE