Premio Scopigno, Costanzi (Atalanta): "Inzaghi da top club. E su Lazzari..."

Il direttore del settore giovanile dell'Atalanta è intervenuto a Lalaziosiamonoi.it durante l'evento dedicato a Manlio Scopigno e Felice Pulici .
15.10.2019 08:15 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dai nostri inviati Alessandro Vittori e Tommaso Guernacci - Lalaziosiamonoi.it
Premio Scopigno, Costanzi (Atalanta): "Inzaghi da top club. E su Lazzari..."

Al Premio Scopigno ha preso parte anche il direttore del settore giovanile dell'Atalanta, Maurizio Costanzi, che in esclusiva ai nostri microfoni ha parlato della sfida che ci sarà tra Lazio e Atalanta"Sarà una bella partita, due squadre propositive, anche l’anno scorso sono state partite entusiasmanti, come la finale di Coppa Italia e quelle in campionato e anche questa volta ci sarà lo stesso scontro. Una rivincita della finale? È una gara importante di per sé tra due squadre che sanno esprimere un bellissimo gioco e valori agonistici importanti. Al passato non si guarda, si vede al futuro. Siamo ancora all’inizio, ma dobbiamo credere nella nostra forza e tenere alti i nostri obiettivi, sarà una partita non decisiva ma ci farà capire se siamo sulla strada giusta. Pronostico? Spero vinca l’Atalanta". 

TALENTI IN CASA - "Quale talento ruberei alla Lazio? Ce ne sono tanti, si fa fatica sceglierne uno. Il settore giovanile della lazio ne ha prodotti tanti. Lazio, Roma e Atalanta devono lavorare per produrre calciatori e non per rubarli, è questa la scommessa per responsabilizzare il calcio giovanile italiano".

RETROSCENA LAZZARI - "Se l'Atalanta ha pensato a Inzaghi per sostituire Gasperini? Non mi occupo di queste dinamiche e sono esente da questo stress. Inzaghi non si discute, ha un valore da club importante, è uno dei tecnici che ha dimostrato di saper fare bene il suo lavoro. Lazzari? Avevamo un interesse per lui prima che andasse alla Lazio, è evidente questo. Era un giocatore considerato da tutti e anche da noi era apprezzato ed è stato valutato".

Premio Scopigno, Formichetti: "Lotito un amico. È l'anno della Lazio" VD

Gabriele Pulici: "Papà amava la Lazio. Cragno? Nulla accade per caso" VD

TORNA ALLA HOME PAGE