Calciomercato Lazio: conferme per Pavlovic, idea Cosgrove. Il punto di oggi

Il punto sulla giornata di oggi del calciomercato della Lazio. Dalle conferme per Pavlovic a Cosgrove per l'attacco, tutte le trattative.
20.08.2019 21:30 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Calciomercato Lazio: conferme per Pavlovic, idea Cosgrove. Il punto di oggi

Mentre tutto il mondo Lazio aspettava una punta, il calciomercato ha portato a Roma un difensore. “Strahinja Pavlovic è prossimo al trasferimento in biancoceleste”, con queste parole l'allenatore del Partizan Belgrado ha confermato un affare ormai in dirittura d'arrivo. Comunque, il centrale resterà un anno in Serbia: sia perché ha bisogno di crescere e sia perché il reparto difensivo della Lazio è al completo. Anzi, in esubero. Wallace è sul mercato e Mendes sta lavorando per questo: Valencia e Monaco sembrano i club più forti sul brasiliano. Nessuna novità per l'altro giocatore in uscita, Riza Durmisi. Ormai da tempo si attende la fumata bianca con il Fenerbahce, che tarda ad arrivare. In uscita non c'è Milinkovic, che però sarebbe ancora ricercato dall'Inter. L'offerta riportata oggi da Libero, però, ha un che di improbabile. Nel frattempo un'ufficialità ha interessato indirettamente la Lazio: Luan Capanni, ex attaccante della Primavera biancoceleste, ha scelto il Milan. E proprio con il presidente dei rossoneri, Paolo Scaroni, ha parlato per diverso tempo Claudio Lotito. Aria di trattative?

VALZER DEGLI ATTACCANTI - Si parte con un rinnovo in dirittura d'arrivo, quello di Correa. L'argentino prolungherà - e adeguerà - il proprio accordo con i biancocelesti. Nel contratto dovrebbe essere introdotta anche una clausola rescissoria pari a 80 milioni. Per il terzo attaccante tanto agognato da Inzaghi, invece, è partito il casting. Un vero e proprio valzer da ballare sulle punte che oggi fa registrare su tutti il nome di Cosgrove dell'Aberdeen: lo scozzese, dunque, va inserito nella lista del ds Tare. Una lista a questo punto piuttosto “sostanziosa”, di cui farebbero parte anche: Petagna, Sanabria, Simeone, Hassan, Gaich, Yaremchuk, Samatta, Oosterwijk, Edouard, Avenatti (altro profilo uscito oggi), Kalinic (l'Atletico Madrid l'ha messo sul mercato) e Llorente. Una sfilza infinita di nomi, troppi persino per essere letti tutti d'un fiato. L'ariete spagnolo ex Tottenham è l'unico - oltre a Gaich, pista tramontata tempo fa e al momento congelata - per cui c'è stato qualcosa di concreto. I contatti si sono risolti in un nulla di fatto, perché la richiesta di Llorente è alta (3,5-4 milioni all'anno), mentre la proposta della Lazio (2-2,5 milioni annui) è proporzionata al ruolo che il basco ricoprirebbe nella rosa. Il tutto è complicato dai tentennamenti di Caicedo sul rinnovo di contratto, e dalla sfilza di pretendenti di grande rilievo dalle quali sarà difficile emergere. Infine, da sottolineare la messa sul mercato di Akgun: il turco è un vecchio pallino del ds biancoceleste, non è escluso un tentativo per lui da qui al 2 settembre. Mancano 12 giorni alla fine del calciomercato e l'attacco è l'unico reparto - al netto di acquisti in prospettiva, come Pavlovic - su cui i biancocelesti stanno ancora ragionando.

LAZIO, MILINKOVIC CI SARA' CON LA SAMP?

LAZIO, DOMANI LA PRESENTAZIONE DI VAVRO

TORNA ALLA HOMEPAGE