Lazio, bufera social per la nuova maglia: “Il verde non ci appartiene”

La nuova maglia home dovrebbe essere verde e i tifosi hanno fatto sentire il loro dissenso, anche se nella passata stagione...
03.07.2021 07:10 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Lazio, bufera social per la nuova maglia: “Il verde non ci appartiene”

La nuova stagione sta per cominciare. La Lazio di Maurizio Sarri tra poco più di una settimana partirà alla volta di Auronzo di Cadore per preparare una nuova annata. Tanta la curiosità per scoprire i metodi di lavoro e l'approccio del tecnico toscano.Il club biancoceleste deve fare però i conti con una prima polemica nata dai social. Il motivo? La nuova maglia con l'aquila sul petto. La divisa non è stata ancora presentata, ma i rumors e le anticipazioni fanno pensare a un autentico cambio di passo rispetto al passato. Il completo home, infatti, dovrebbe abbandonare il classico celeste e avvicinarsi al verde. Non si sa ancora che tonalità di verde (potrebbe essere acquamarina o un bottiglia), ma su social i tifosi della Lazio hanno fatto sentire la propria voce.

I COMMENTI - "La prima maglia della Lazio è celeste, punto", "Il verde non ci appartiene" e "Sarebbe un autogol" sono alcuni dei commenti più frequenti. Non manca nemmeno l'ironia con "il nostro inno dice sul prato verde e non sulla maglia verde" e "abbiamo accettato la seconda fluo, ma la prima verde mi pare troppo". Il popolo non sembra aver preso bene la vicenda, anche se gli indizi sembrano proprio portare verso questa direzione. Marco Canigiani, responsabile marketing del club, aveva detto che la nuova divisa avrebbe fatto discutere ma probabilmente non si aspettava che la polemica divampasse ancora prima dell'ufficialità. Va detto, a onor del vero, che la maglietta più venduta della passata stagione è stata proprio la verde fluo away. Chissà se anche questo non ha spinto la società a osare. Non rimane che attendere la presentazione anche se, c'è da dire, che con l'aquila sul petto ogni maglia diventa bellissima. 

Pubblicato il 2/07 alle 21.10