Turchia, il St. Pauli licenzia Sahin. Ma arriva l'offerta dal club di Erdogan

Il centrocampista dopo aver espresso sostegno all'operazione militare in Siria è stato licenziato, ma ha già un'altra proposta...
14.10.2019 21:40 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Turchia, il St. Pauli licenzia Sahin. Ma arriva l'offerta dal club di Erdogan

Il caso Turchia ha sollevato un polverone. Addirittura si era chiesto di annullare la gara contro la Francia, durante la quale i tifosi turchi hanno fatto il saluto militare, valida per le qualificazioni ad Euro 2020. Molti giocatori sono finiti nel mirino delle critiche, da Under a Calhanoglu, per i loro post social e il consenso dato all’attacco della Turchia in Siria. I club dei rispettivi calciatori hanno risposto con un “no comment” tranne il St. Pauli, squadra di B tedesca, che ha deciso di prendere le distanze dal suo tesserato, Cenk Sahin, e di compiere un passo esemplare: tramite un comunicato ha fatto sapere di aver licenziato il centrocampista classe ’94. Contratto risolto. Queste le parole ufficiali del club: “Dopo aver analizzato il post su Instagram di Cenk Sahin a favore dell’esercito turco, dopo nuove discussioni fra il club e il giocatore, la società ha deciso di risolvere con effetto immediato il contratto del calciatore. Questa decisione è stata presa per il ripetuto disprezzo mostrato dal calciatore nei confronti dei valori del nostro club. (…) Senza alcuna discussione e senza dubbio rifiutiamo le azioni bellicose e la solidarietà nei confronti di esse contraddice i valori fondamentali su cui si basa il St Pauli”, si legge. Licenziato da una parte, chiamato dall'altra: Sahin ha ricevuto l'offerta del Basaksehir, club di Istanbul molto vicino al Presidente Erdogan ed ex squadra proprio di Sahin.

Turchia: 'No comment' di Roma, Milan e Juve. Polemica per la finale di Champions League

Liechtenstein - Italia, le probabili formazioni: Belotti supera Immobile

Torna alla Home Page