Lazio, Bonacina a LLSN: “Abbiamo meritato di vincere. Futuro? Vedremo...”

Il mister della lazio Primavera Valter Bonacina è intervenuto in esclusiva a nostri microfoni. Ecco le sue parole di orgoglio per l'obiettivo raggiunto.
18.05.2019 18:31 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Fonte: Valerio De Benedetti e Gabriele Canderlori - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Bonacina a LLSN: “Abbiamo meritato di vincere. Futuro? Vedremo...”

Una grande vittoria e obiettivo raggiunto. Valter Bonacina è orgoglioso dei suoi ragazzi, cresciuti esponenzialmente durante tutta la stagione. La Lazio è meritatamente in Primavera 1. Ecco le sue parole in esclusiva a LLSN: "La posta in palio era talmente importante che avevamo messo in conto di dovercela sudare la promozione. La SPAL è una signora squadra e devo fare i complimenti ai ragazzi per la vittoria. È stata una bella partita, intensa e giocata bene e abbiamo meritato di vincere, specialmente nel secondo tempo. Tra il primo e il secondo tempo dovevamo riorganizzarci, e nella ripresa poi siamo stati eccezionali. Ci hanno creduto e sono stati grandi sul piano caratteriale. Rinnovo? Non ho ancora parlato con Lotito, vedremo. Intanto dobbiamo organizzare la prossima stagione. Dovevamo raggiungere l'obiettivo e ci siamo riusciti, Lotito ci ha fatto i complimenti".

IL CAMPIONATO: “Siamo stati avanti per molte giornate, poi la partita di Ascoli è stato il punto più basso. Il Pescara ci ha superato e abbiamo accusato il colpo, poi abbiamo reagito e abbiamo affrontato i play-off con la testa giusta. La squadra è migliorata rispetto a inizio stagione, sia a livello tecnico che caratteriale. Oggi pur essendo una finale e avendo la pressione addosso abbiamo fatto una grande prova per 90 minuti. In stagione abbiamo dominato il girone d'andata, poi dopo i passi falsi e il secondo posto era facile mollare, ma i ragazzi ci hanno sempre creduto. La miglior cosa per un allenatore è vedere questa crescita”.

LA PRIMAVERA 1: “La differenza tra Primavera 1 e 2 è notevole, bisogna migliorare tanto la rosa se vogliamo rimanere in categoria. L'esperienza dell'anno scorso ci deve far riflettere, ci vuole qualità perché con la formula delle retrocessioni il livello delle squadre è aumentato. L'anno prossimo va allestita una squadra all'altezza, bisognerà lottare su ogni palla, solo con il lavoro si ottengono i risultati. È una mentalità, saper soffrire e fare sacrifici, che i ragazzi devono acquisire per il loro futuro”.

LA PARTITA: “Loro nelle ripartenze erano pericolosi, avevano dei giocatori fortissimi nell'1 contro 1 e abbiamo cercato di raddoppiarli cercando di non farli giocare molto. Non ci siamo riusciti benissimo nel primo tempo, nel secondo invece sono partiti solo due volte. Dovevamo fare la partita e i ragazzi sono stati bravi a interpretarla prendendosi qualche rischio, come sul gol subito che è stata una disattenzione. Cerbara ha avuto dei problemi fisici durante l'anno, ma è tornato in tempo. Nel mese e mezzo prima dei play-off ha lavorato molto e siamo riusciti a sfruttare le sue qualità. Poteva fare anche il terzo gol, è bravo negli spazi ma deve migliorare in fase realizzativa”.

Bonacina ha parlato anche a Lazio Style Channel: "Devo fare i complimenti ai ragazzi, sono stati eccezionali. Tre prestazioni nei play-off veramente ottime, la promozione ce la siamo proprio guadagnata. Con il Verona è stata la partita che ci ha fatto scattare quel qualcosa in più, i play-off sono stati affrontati con la concentrazione, l’attenzione e la giusta grinta che in alcuni frangenti forse è mancata durante la stagione. Tutti hanno remato dalla stessa parte, dai magazzinieri fino ai miei collaboratori più stretti per raggiunge l’obiettivo finale".

LAZIO, MILINKOVIC HA CAMBIATO LA STORIA

LAZIO, NON CHIAMARLO PIU' SOLO LULIC 71

TORNA ALLA HOMEPAGE