Sampdoria - Lazio, Bonazzoli: "Giocare contro Ranieri è difficile, ma i biancocelesti sono favoriti. Su Immobile dico..."

L'ex calciatore della Sampdoria ci ha raccontato il suo pensiero sulla sfida tra la squadra di Inzaghi e quella di Ranieri
16.10.2020 21:00 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Tommaso Marsili
Sampdoria - Lazio, Bonazzoli: "Giocare contro Ranieri è difficile, ma i biancocelesti sono favoriti. Su Immobile dico..."

Oltre ad essere stato un'icona per tutti i tifosi della Reggina, Emiliano Bonazzoli ha lasciato il segno anche a Genova, dove ha vissuto per 4 anni e mezzo indossando la maglia della Sampdoria. Questo weekend, dopo la sosta per le Nazionali, la Lazio ripartirà proprio dai blucerchiati. L'ex attaccante ci ha raccontato in esclusiva le sue sensazioni sulla partita: "Di solito, quando c'è la Nazionale e a maggior ragione con il problema che stiamo vivendo in questo periodo, con l'assenza di qualche giocatore, l'allenatore fa fatica negli allenamenti con pochi elementi a disposizione e quindi si deve arrangiare. Inzaghi dovrà sperare di recuperare tutti negli ultimi giorni e preparare la gara nel migliore dei modi. Sicuramente è positivo il fatto che, non essendoci tanti nuovi innesti, farà meno fatica a far passare i suoi concetti. Un pronostico? Sulla carta la Lazio ha qualcosa in più dei blucerchiati che hanno l'obiettivo della salvezza. Giocare contro le squadra di Ranieri non è mai facile: sono attenti in fase difensiva ed è difficile segnargli. I biancocelesti, dal canto loro, hanno un gioco molto offensivo, senza punti di riferimento. Sarà una bella gara, combattuta. Entrambe le formazioni non vengono da un periodo felice, sotto il punto di vista dei risultati e quindi vorranno dare il massimo per riscattarsi e fare punti". 

MURIQI - "Non lo conosco, ma è comunque un giocatore di livello internazionale. Se la Lazio lo ha scelto significa che ha notato qualcosa di importante in lui. Può essere un problema l'inserimento nel campionato italiano, dato che quello turco è molto diverso".

IMMOBILE - "Soffermarsi solo sul rendimento di una partita penso sia riduttivo, il rendimento di un giocatore lo si vede sul lungo periodo. Durante il campionato Immobile ha realizzato 36 gol. Con gli Azzurri ha sempre fatto bene e non si può giudicare se sbaglia un gol o un assist. Il suo valore è noto a tutti". 

LA PREPARAZIONE DELLE PARTITE - "Come preparavo le partite contro la Lazio? Il mister ci faceva vedere le possibilità per andare ad offendere nel migliore dei modi sfruttando le lacune della difesa. Studiavamo molto i video. Il calcio è cambiato molto rispetto a 20 anni fa: ora ci sono un'infinità di modi per conoscere l'avversario e dare il meglio in campo". 

RANIERI VS INZAGHI - "La Lazio di Simone non è più una sorpresa: lo scorso anno ha fatto benissimo, anche se ha chiuso il campionato in calando. Se avesse avuto più continuità sarebbe potuta arrivare ad avere qualche punto in più, non che il quarto posto raggiunto sia da buttare. Anno per anno Inzaghi dimostra il suo valore, migliorandosi continuamente. Non so se il prossimo obiettivo sia la vittoria del campionato, ma hanno tutto per confermarsi tra le prime quattro della classe. I giocatori in rosa sono di qualità indiscussa e il fatto che stiano insieme da tanto è indubbiamente un valore aggiunto. Ranieri invece ha accolto da poco dei nuovi innesti (gli ex laziali Candreva e Keita su tutti) che portano qualità, voglia di riscatto e tanta esperienza. La Samp, con l'esperienza del mister, può fare un campionato di livello". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.