Europa League, tante rotazioni e imbattibilità: così il Celtic affronta il Cluj

Il punto sulla formazione scozzese, in Romania senza bisogno di punti e con una formazione rivoluzionata per l'ultima giornata.
12.12.2019 09:00 di Gabriele Candelori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Gabriele Candelori - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Europa League, tante rotazioni e imbattibilità: così il Celtic affronta il Cluj

La Lazio ha raggiunto la Francia. Eppure, per i biancocelesti, la partita più importante non sarà quella del Roazhon Park di Rennais. Ovviamente la squadra di Simone Inzaghi deve fare bottino pieno, ma il risultato più complicato è quello che dovrebbe arrivare dalla Romania dove il Celtic – reduce da dodici successi di fila - affronterà i padroni di casa del Cluj con la qualificazione già in tasca. In realtà, atteggiamento professionale a parte, qualche motivazione per gli scozzesi c’è. La squadra di Lennon, per uno strano scherzo del destino, ha l’opportunità di vendicare l’eliminazione in Champions League contro il Cluj dello scorso agosto. Non solo: oltre a non aver mai vinto nelle tre precedenti trasferte in Romania (le altre due contro Poli Timisoara nel 1980 e Astra Giurgiu nel 2014), il Celtic per la prima volta ha l’opportunità di passare un girone europeo da imbattuto. Traguardo mai raggiunto nella storia in quindici partecipazioni tra Champions ed Europa League. Statistiche, ricorsi storici e anche bonus economici come quello di 570mila euro elargito dalla Uefa per ciascun successo ottenuto nella competizione continentale. 

CELTIC, LE PROBABILI SCELTE - Tutti elementi di interesse in vista dell’ultima giornata di Europa League, ma che non condizioneranno le scelte di Neil Lennon. Il tecnico nordirlandese è stato chiaro da tempo e, dopo il successo in finale contro il Rangers, non ha intenzione di rischiare diversi titolari in vista dei prossimi impegni di Premiership. Il calendario prevede cinque giornate da qui alla fine dell’anno, una ogni tre giorni, tra cui l’Old Firm del 29 dicembre. Motivo per cui alla Cluj Arena ci saranno tantissime rotazioni. Sicuro assente il capitano Scott Brown che è squalificato. Sono rimasti a Glasgow anche Callum McGregor e Ryan Christie (entrambi già intorno alle trenta presenze stagionali), il portiere Fraser Forster, Tom Rogic e Odsonne Edouard. Il francese, attaccante più prolifico della rosa, a causa di un infortunio è entrato solo al 59esimo nella finale di coppa e non verrà rischiato. Al suo posto occasione per Leigh Griffiths, fuori dai convocati contro i Rangers e mai titolare da agosto. “Doveva andare in panchina, ma i nostri piani sono cambiati con il problema per Edouard. In Romania giocherà sicuramente così come Bayo”, ha spiegato Lennon. L’attaccante del ’97 ha collezionato solo 300 minuti in stagione, segnando un gol in coppa. Possibile esordio assoluto per il 2001 Scott Robertson e il 2000 Savoury, verso la prima da titolare l’ala Marian Shved. Grande attesa anche per l’eventuale impiego della stellina Karamoko Dembele, 2003 che a maggio ha già debuttato in prima squadra. Sicuri di un posto invece, come annunciato in conferenza stampa, l’esperto Gordon tra i pali, Bauer e Bitton in difesa, oltre a Sinclair come ala sinistra.

LENNON: "RISPETTIAMO LA LAZIO, GIOCHEREMO PER VINCERE"

PETRESCU: "LA QUALIFICAZIONE UN MIRACOLO, CELTIC FAVORITO"

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOMEPAGE