Calciomercato Lazio, si insiste per Fares: la Spal chiede Lombardi

La Spal avrebbe chiesto 7/8 milioni e il cartellino di Lombardi per lasciar andare Fares, ma la Lazio non è disposta a lasciar andare l'ex Primavera...
12.08.2020 08:15 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Calciomercato Lazio, si insiste per Fares: la Spal chiede Lombardi

CALCIOMERCATO LAZIO - Un anno dopo, cambia fascia ma non le squadre coinvolte. Se dodici mesi fa Lazio e Spal si sedevano per trattare Manuel Lazzari per la corsia di destra, oggi tocca a Mohamed Fares per quella sinistra. Lui è il prescelto di Inzaghi per alternarsi con Lulic in una stagione che si preannuncia lunga e pregna di impegni. I capitolini insistono per il franco-algerino, ma gli emiliani tengono duro. Per la squadra di Ferrara il calciatore vale 12 milioni, mentre sulle sponde del Tevere l'offerta si ferma a 7/8. La squadra appena retrocessa in B, come sottolinea la consueta rassegna stampa di Radiosei, avrebbe chiesto di inserire nella trattativa il cartellino di Cristiano Lombardi oltre alla parte economica per pareggiare il gap. Tare e Lotito, però, non vogliono privarsi del giocatore che tanto ha fatto bene alla Salernitana. Caratteristiche, età e lo status di giocatore cresciuto nel vivaio fanno di Lombardi una risorsa in più per la stagione ed è probabile una sua conferma in prima squadra. Più remota l'ipotesi di un suo prestito alla Spal dove, invece, potrebbe finire uno tra Karo, Maistro e Cicerelli. La Lazio non molla e vuole regalare l'esterno sinistro a Inzaghi forte anche della volontà del giocatore che, nonostante le proposte di Fiorentina e Cagliari, sogna di indossare la maglia con l'aquila sul petto. Nei prossimi giorni potrebbe esserci l'assalto decisivo con il suo procuratore, Raiola, che spinge per portare il laterale a Formello. 

Calciomercato Lazio, Muriqi a un passo: i dettagli dell'operazione

Calciomercato Lazio, Fares vede (solo) biancoceleste: la situazione

TORNA ALLA HOME PAGE